Avvio nuovo Concorso “Prova d’Autore: leggere per scrivere”, in collaborazione con l’Osservatorio Permanente Giovani – Editori e con la Fondazione Achille e Giulia Boroli.

21 dicembre, 2005 Archiviato in News

  Dopo l’esperienza compiuta l’anno scorso col Concorso “Saranno penne celebri”, quest’anno agli studenti del 5° anno, già impegnati nel Progetto “Il quotidiano in classe”, l’Osservatorio Permanente Giovani – Editori e la Fondazione Achille e Giulia Boroli propongono un’altra interessante novità: “…cimentarsi nella scrittura di una recensione che dovrà avere per oggetto uno dei tre libri messi a disposizione della Fondazione”.

Sono 4000 le classi che rientrano nel concorso e fra queste sono comprese tutte le quinte dei nostri quattro istituti secondari di 2° grado (ITC,ITG, IPSAR, e LICEO SCIENTIFICO).

Insieme con la presente saranno distribuite le copie del primo libro ricevuto, di cui fornisco Autore, Titolo, Editore: Sergio Romano – Europa Storia di un’Idea, dall’Impero all’Unione. Collana Homo Sapiens – Ed. Fondazione Achille e Giulia Boroli.

Gli studenti sono invitati ad una tipologia di composizione sorprendente e interessante che giunge opportuna per stimolarli ad affrontare nuovi sentieri sconosciuti alla tradizionale e consueta attività di apprendimento e perfezionamento linguistico.

Siamo in presenza di un’iniziativa che intende valorizzare al massimo le capacità interpretative, creative e critiche sulla base di un’attenta operazione di analisi, riflessioni e considerazioni in ragione dell’effettiva utilizzazione di una chiave di lettura personale, originale ed autentica.

Si tratta di una forte stimolazione a coltivare l’abitudine ad orientarsi autonomamente nel vasto oceano delle opinioni, non sempre concordanti, ed organizzare l’approdo intellettuale ad un giudizio obiettivo ed equilibrato, frutto di una consapevolezza da cui emerge la coscienza di partecipare al dibattito del pluralismo culturale con la freschezza del proprio contributo, sincero e giovanile, svincolato da ogni conformismo e relativismo ideologico che spesso inchioda i critici di mestiere.

Il concorso terminerà il 31 maggio 2006.

I docenti valuteranno e sceglieranno, per ciascuna classe, tre elaborati che saranno successivamente inviati all’Osservatorio per concorrere.

Gli elaborati dei finalisti del concorso, scelti dall’apposita giuria, saranno pubblicati sui tre quotidiani soci dell’Osservatorio e gli autori riceveranno una borsa di studio di 4.000 eoro.

Per particolari sul bando e sul regolamento, gli interessati potranno consultare il sito dell’Osservatorio che è: www.osservatorioonline.it

In ogni modo, riporto qui di seguito testualmente le finalità e le modalità di lavoro per condurlo a buon fine, dedotte dalla lettera dell’Osservatorio, datata 11/11/2005

“Grazie a questo concorso i libri entreranno nelle scuole insieme ad alcuni dei più prestigiosi quotidiani italiani come parte integrante di un progetto culturalmente forte.

Il ruolo dei libri non sarà sovrapponibile a quello dei quotidiani, a cui è riservato il presidio dell’attualità, ma sarà quello di prezioso strumento usato dagli studenti per integrare ed approfondire alcuni dei principali temi dell’attualità che avranno appreso dalle pagine dei quotidiani letti in classe. Temi che spazieranno dalla storia all’economia, dalla geopolitica alle nuove frontiere scientifiche.

Il concorso stimolerà gli studenti a calarsi nel ruolo di recensori e ad immaginare di scrivere un articolo destinato alle pagine culturali di un quotidiano.

Un primo sforzo sarà quello di immaginare di rivolgersi dalle pagine di un quotidiano ad un lettore mediamente colto. L’aspetto della simulazione del destinatario è importante, sapere per chi si scrive è complementare all’esigenza della documentazione. Inoltre questo sforzo supplementare sarà richiesto agli studenti anche in occasione della prova di maturità se sceglieranno di cimentarsi nella scrittura di un articolo di giornale.

Ovviamente ciascuno studente nella propria recensione dovrà mostrare di aver letto il libro e parlarne senza che l’articolo risulti essere un riassunto di ciò l’autore racconta, al contempo dovrà anche informare in modo esauriente i suoi lettori dando informazioni che presentino brevemente l’autore e il genere cui il libro appartiene.

Fatte le dovute premesse, lo studente dovrà dare prova di aver elaborato una personale interpretazione sull’argomento, dal momento che la parte cruciale della recensione prevede l’analisi critica e il giudizio di valore sul libro. Un giudizio che deve apparire spiegato e motivato da ciò che precede o segue”.

I sigg. Professori Sbrescia Carmela, Nappo Ester, Andonaia Michele, Ferraro Luisa e Lo Sapio Olimpia, segnalati, a suo tempo quali docenti responsabili dell’ora di lettura dei quotidiani nelle classi quinte degli Istituti, di cui alla presente comunicazione, sono convocati il 21/12/2005 alle ore 16,00 per concordare le strategie di lavoro inerenti al concorso de quo.

Download PDF versione stampabile

I commenti sono chiusi.