La risposta del Presidente Andrea Ceccherini alla lettera degli studenti della classe 5° Programmatori del 10/02/2006

1 aprile, 2006 Archiviato in News

Diramo copia della lettera del Dott. Andrea Ceccherini, Presidente dell’Osservatorio Permanente giovani-Editori, in risposta a quella a lui inviata dagli studenti della classe 5° Programmatori, guidati dalla Prof.ssa Lo Sapio Olimpia, con la quale gli hanno trasmesso copia dell’ultimo numero di Oltre la Scuola.

Il Presidente con uno stile garbato e sintetico, che sostanzia l’essenza del suo apprezzamento, evidenzia in voi studenti il pregio della vostra sensibilità e intelligenza, con le quali avete colto i valori di fondo, civili e sociali che sollecitano l’Osservatorio a sostenervi nelle vostre esperienze significative di crescita educativa, culturale, sociale e professionale, mediante la riflessione critica sugli eventi, opinioni e posizioni di pensiero di coloro che li raccontano.

Gli avete offerto un riscontro di forte convalida degli ideali che animano la sua lodevole iniziativa quando vi dice che il vostro gesto è “la preziosa testimonianza” ed è la prova di una “piena sintonia” nel considerare il “quotidiano” come luogo di confronto, di ricerca e formazione, come strumento strategico per assicurarvi un modello educativo di valorizzazione del capitale sociale, come una palestra di crescita educativa, culturale e professionale, dove vi impegnate nella conquista del sapere, come autocostruzione personale responsabile, in dialogo con i messaggi veicolati da altre coscienze mediante la carta stampata.

Pertanto, oriento su tutti voi gli auguri a me formulati, invitandovi a continuare nel progetto “Il Quotidiano in classe”, sempre con rinnovata energia, sinergia e volontà, in considerazione del fatto che, su questa linea, il vostro impegno approderà senza ostacoli a quei valori ai quali il Presidente Ceccherini intende condurvi con la sua pertinace esperienza significativa che, con entusiasmo e simpatia, augura a tutti.

Download PDF versione stampabile

I commenti sono chiusi.