Attività di orientamento con l’Università degli Studi di Napoli “l’Orientale”. I primi seminari.

27 settembre, 2008 Archiviato in News

 Quest’istituzione ha da tempo sottoscritto un protocollo d’intesa col Centro di Ateneo Orientamento e Tutorato dell’Università degli Studi l’Orientale di Napoli per la partecipazione al “Seminario Permanente Scuola-Università”.

E’ noto che le università italiane, tutte insieme, hanno attivato oltre tremila differenti corsi di lauree, di fronte ai quali un quinto delle aspiranti matricole si scoraggia, si smarrisce ed abbandona già nel primo anno, perché non è riuscito a fare una scelta opportuna per procurarsi un sicuro futuro formativo e lavorativo.

Spesso la decisione nella scelta non è coerente perché non viene offerta ai giovani la possibilità di commisurare le aspirazioni con le attitudini, con le capacità, col grado e tipo di preparazione raggiunto nella scuola superiore.

E succede che, per superficialità, fretta, leggerezza e incapacità nella decisione, ripeto, un quinto dei giovani che si iscrivono all’università, già all’impatto del primo anno, si smarrisce ed abbandona l’avventura nell’immensa foresta del mondo accademico.

Gli esperti accademici ne attribuiscono la colpa alle scuole secondarie superiori, che non darebbero l’importanza necessaria all’orientamento d’ingresso e dal canto loro, queste si difendono adducendo che le università non offrono ai giovani “una bussola sicura per non smarrire la rotta”.

Sono questi, press’à poco, i motivi di fondo che hanno determinato il Consiglio di Gestione ed i Collegi dei docenti a rinsaldare i precedenti rapporti di collaborazione con l’Università l’Orientale, dando l’assenso per l’adesione al Seminario Permanente Scuola – Università, tramite il referente del Progetto Orientamento di quest’istituto, prof. Raffaele De Simone.

Beninteso, la nostra strategia di collegamento e di dialogo a medio e lungo termine si estende a numerose università statali e libere, comprese quelle telematiche di nuova generazione, per diversificare al massimo la possibilità di conoscere le offerte formative ed i profili professionali, soprattutto quelli che garantiscono le migliori probabilità di competitività e di successo nella società mondiale globalizzata.

A questo punto ritengo opportuno chiarire la posizione di quest’Istituto nella diatriba scuola secondaria – università.

Noi entriamo nel processo orientativo come co-protagonisti, insieme allo studente, alla famiglia ed all’università.

Naturalmente, con modalità compartecipative e collaborative.

La nostra competenza è limitata e non esaustiva, ma è determinante nella filosofia produttiva del progetto processuale e negli esiti da realizzare, perciò ci impegniamo con la massima osservanza della nostra deontologia professionale. Lavoriamo con dedizione e responsabilità nella formazione del processo maturativo della capacità di giudizio e della consapevolezza responsabile. In questo quadro, guidiamo gli studenti a prendere coscienza dei problemi da affrontare ed a ponderare le personali aspirazioni, rapportandole agli interessi, ai talenti personali, al corredo attitudinale, alle inclinazioni.

Cerchiamo di abilitarli ad operare una loro sintesi dinamico-relazionale e decisionale per mettersi in condizioni di maturare e fruire di un’adeguata disponibilità critica.

In effetti, li esercitiamo a valutare le proposte che vengono loro offerte, senza farsi suggestionare dai facili entusiasmi teoretici, mitizzati e fantastici, al fine di operare una scelta definitiva, ragionata e ponderata, in ragione della dimensione e potenzialità personologica specificativa.

Esaurito il nostro compito scolastico formativo di produttori di competenze e operatività mentale e psicologica, lasciamo all’università quello specifico di orientamento ossia misurativo, diagnostico, informativo, selezionale e di indirizzo ed avvio al corso di laurea più congeniale.

In ultima analisi, nei processi di insegnamento, apprendimento/orientamento, noi dell’Istituto Montessori, seguendo la lezione della dottoressa, privilegiamo lo sviluppo delle funzioni sull’assimilazione dei contenuti.

Avviamo gli studenti a conseguire la maturità decisionale, ad esercitarsi nella libertà delle scelte con flessibilità e duttilità per rendersi abili nel  cambiare, “mestiere” in questa società globalizzata, caratterizzata dall’instabilità e dalle rapide trasformazioni. Li esercitiamo ad adattarsi creativamente, in caso di necessità, a sempre nuovi orizzonti occupazionali; ma i “mestieri” più sicuri e stabili li deve loro indicare ed insegnare l’università, in relazione alle caratteristiche e potenzialità personali, partendo da una scelta garantita e perciò stimolante, gratificante, rasserenante e destinata ad essere coronata dal successo.

Diversamente, una diagnosi sbagliata ed una scelta avventata possono produrre un sicuro fallimento del progetto di vita del malcapitato.

Alla luce di queste considerazioni, esorto gli studenti degli istituti di 2° grado a partecipare ai seminari del 29 e 30 settembre 2008, che avranno luogo in Napoli a Palazzo Corigliano – Aula delle Mura Greche – Piazza S. Domenico Maggiore n-12.

Il Prof. Raffaele De Simone, quale referente di quest’Istituto e componente del Seminario, accreditato presso l’Orientale, è pregato di organizzare e coordinare la partecipazione, con l’avviso che al seminario del 29 settembre 2008, con inizio alle ore 10:00, gli studenti del liceo scientifico saranno guidati dalla Prof.ssa Cerciello Angela, mentre per quello del 30 settembre 2008, al quale parteciperanno gli studenti della 5 AP, alle ore 10:00, la guida è affidata alla Prof.ssa Del Giudice Lucia.

Gli studenti partecipanti, se minorenni, sono tenuti a presentare l’autorizzazione dei genitori, i maggiorenni, invece, presenteranno una semplice richiesta di partecipazione.

Download PDF versione stampabile

I commenti sono chiusi.