IX Congresso Scientifico “Germana Ragosta”. Incontro divulgativo sulla prevenzione oncologica di insigni specialisti dell’Istituto Nazionale Tumori Fondazione G. Pascale di Napoli aperto al pubblico. Mercoledì 14 maggio 2014 – ore 10.00 – Auditorium multimediale “Biagio Auricchio”.

9 maggio, 2014 Archiviato in News

L’Istituto “Maria Montessori” di Somma Vesuviana è lieto di invitare il pubblico, come ogni anno, a partecipare al IX Congresso Scientifico di cui all’oggetto, promosso e voluto dall’instancabile prof. Aniello Ragosta, per additare all’esempio di tutti i sofferenti  la  dolce ed angelica figlia ”Germana”, vittima immatura dello spietato male del secolo, a lungo sopportato  con forza e coraggio, sicura di ricevere il premio della beatitudine eterna di Cristo, che la chiamava a Sé per trapiantarla quale fiore gradito nel giardino celeste offrendole  il premio della sua purezza  di cuore e di anima.

L’evento si realizza di concerto fra l’Istituto Nazionale Tumori, l’Istituto Montessori e l’Eduform onlus, col seguente

PROGRAMMA

Introducono il sottoscritto ed il Prof. Aniello Ragosta

Aspetti di prevenzione nelle neoplasie colorettali

(Prof. R.V.Vincenzo Iaffaioli – Direttore della S.C. di Oncologia Medica Addominale);

Le malattie da troppo luce

( dott. Fabrizio Ayala – Dermatologo della S.C. Dermatologia Oncologica);

La prevenzione in Ginecologia

(dott. Cono Scaffa – Ginecologo della S.C.. di Chirurgia Oncologica Ginecologica);

Nutrizione per la prevenzione delle malattie oncologiche

(dott. Vincenzo Quagliariello – Ricercatore della S.C. di Oncologia Medica Addominale);

Malattia: esperienze spirituali

( Don Franco Capasso).

Ed ora qualche considerazione sulla necessità dell’iniziativa. Per compensare l’inadeguatezza della mentalità scolastica diffusa, ancora legata alla priorità attribuita all’istruzione quotidianamente ponderabile col voto di profitto,  prorogata  in vita  oggi dai criteri tradizionali selettivi finalizzati al superamento degli esami di Stato imposti dall’indottrinamento formalizzato, prescritto dai programmi nazionali, ritoccati dai governi che si avvicendano,  in quest’Istituto diamo adeguato spazio al processo educativo della formazione integrale della personalità nei suoi aspetti essenziali emotivo-affettivo ed intellettivo-cognitivo.

Consideriamo l’educazione non come controllo intrusivo, ammaestramento ed acculturamento approssimato, ma come aiuto all’educando nello sviluppo e realizzazione delle sue potenzialità fisiche, mentali ed affettive, delle capacità  di relazionarsi e comunicare con equilibrio interpersonale per il benessere proprio ed altrui. Ciò che a noi preme è la formazione dell’uomo e del cittadino. Questa non può risolversi nel casuale affastellamento di rapsodiche nozioni finalizzate utilitaristicamente  all’addestramento di un mestierante individuo qualunque. Aiutiamo perciò i nostri allievi a formarsi una salda cultura che, penetrando nella coscienza, si trasformi in un potenziale difensivo  e protettivo psicofisico e morale per se stessi, per l’umanità e la civiltà. In questo quadro, rientra ineludibilmente nella nostra offerta formativa, fra i numerosi progetti che realizziamo, soprattutto l’Educazione Sanitaria sulla base che la salute è un bene individuale e collettivo che si deve conquistare, proteggere e conservare. Questo esige che il popolo, fin dall’infanzia sia educato a prendere coscienza e praticare le regole del benessere mediante il sapere e la pratica della prevenzione delle malattie mediante il rispetto quotidiano delle regole della sana alimentazione, delle norme igieniche e della profilassi, in quanto non basta conoscere librescamente nozioni di biologia, di patologia, ecc., né basta fermarsi alle voci della propaganda. Occorre impostare un solido fondamento interdisciplinare per organizzare un efficace sistema di autodifesa personale e sociale. E questo ci può provenire soltanto dai professionisti d’avanguardia di alto profilo scientifico, specializzati ed affermati nelle discipline mediche, nelle tecnologie alimentari e psicologiche,  validamente esperti in accertamenti eziologici, diagnostici,  in patogenesi, trasmissione, vie d’ingresso, fonti di infezione, profilassi e terapie soprattutto nelle malattie di natura oncologica che, nonostante le tante battaglie vinte e l’assidua lotta dei nostri eroici scienziati dell’Istituto Nazionale dei Tumori Fondazione  Pascale, vanto internazionale della nostra città di Napoli, sono in progressivo aumento per il maledetto disastro ecologico della Terra dei Fuochi che ci circonda.

Aspettiamo con ansia il Prof. Vincenzo Iaffaioli e la sua équipe i quali ogni anno che vengono ci arricchiscono con le loro interessantissime relazioni e ci spronano a non demordere con le attività di prevenzione, donandoci un inestimabile insegnamento nel guidarci con percorsi di riflessione critica  sulla loro preziosa esperienza. Cosa ben diversa da quelle conferenze teoriche e stucchevoli che seguono la via deduttiva che porta  ben lontano dal vissuto realizzato con modalità scientificamente testimoniate che danno risposta alle ragioni pedagogiche a chi realmente vuole apprendere.

Approfittiamo dell’inestimabile evento per congratularci con  “Il Mattino” dal quale abbiamo appreso qualche giorno fa che il popolo campano ha generosamente contribuito ad incoraggiare la missione del prestigioso Istituto Napoletano evidenziando il primato della destinazione del  contributo del 5 per mille alla Fondazione!

Download PDF versione stampabile

I commenti sono chiusi.