News

del Dirigente Scolastico Alessandro Scognamiglio


Carnevale anche quest’anno salirà in cattedra all’Istituto Montessori per svolgere l’annuale lectio magistralis psico-pedagogica, scientificamente fondata ed eticamente edificante in funzione sociale. Coerentemente, pertanto, essa avrà per argomento una sentenza di Orazio, tratta dalle satire Est modus in rebus, sunt certi denique fines, quos ultra citraque, nequit consistere rectum ( V’è una misura nelle cose, vi sono precisi confini, al di là e al di qua dei quali non può esservi il giusto). Dimostrerà che con la sua festività invita soprattutto a regolare e governare la parodia, un’arma letteraria pericolosa per la sua ambivalenza. Svelerà che, con la sua saggia moderazione,  aborrisce ogni sentimento negativo, banale, ambiguo, aggressivo, violento, deviante, irresponsabile ed irrazionale di assoluta licenziosità permissiva, perché sono  in contrasto con la struttura del suo sistema equilibrato sociale, emotivo, relazionale ed affettivo  che lo identifica e caratterizza per  la sua natura di amplificatore di libertà culturale, mediante la quale accende lo spirito aggregativo, che unisce le masse con modalità ludiche, gioiose  divertenti, ricreative e distensive, sarcastiche e satiriche, per gestire i conflitti inconsci, esorcizzandoli e  scoprendone la carica positiva, generatrice di felicità, con l’avvertenza che ogni eccesso  non fa mai bene.                         Seguirà la sfilata delle mascherine, mentre gli allievi dell’alberghiero addolciranno la festa con squisitezze della tradizione golosa vesuviana.

Carnevale anche quest’anno salirà in cattedra all’Istituto Montessori per svolgere l’annuale lectio magistralis psico-pedagogica, scientificamente fondata ed eticamente edificante in funzione sociale. Coerentemente, pertanto, essa avrà per argomento una sentenza di Orazio, tratta dalle satire Est modus in rebus, sunt certi denique fines, quos ultra citraque, nequit consistere rectum ( V’è una misura nelle cose, vi sono precisi confini, al di là e al di qua dei quali non può esservi il giusto). Dimostrerà che con la sua festività invita soprattutto a regolare e governare la parodia, un’arma letteraria pericolosa per la sua ambivalenza. Svelerà che, con la sua saggia moderazione, aborrisce ogni sentimento negativo, banale, ambiguo, aggressivo, violento, deviante, irresponsabile ed irrazionale di assoluta licenziosità permissiva, perché sono in contrasto con la struttura del suo sistema equilibrato sociale, emotivo, relazionale ed affettivo che lo identifica e caratterizza per la sua natura di amplificatore di libertà culturale, mediante la quale accende lo spirito aggregativo, che unisce le masse con modalità ludiche, gioiose divertenti, ricreative e distensive, sarcastiche e satiriche, per gestire i conflitti inconsci, esorcizzandoli e scoprendone la carica positiva, generatrice di felicità, con l’avvertenza che ogni eccesso non fa mai bene. Seguirà la sfilata delle mascherine, mentre gli allievi dell’alberghiero addolciranno la festa con squisitezze della tradizione golosa vesuviana.

Vi attendiamo tutti venerdì 1° marzo 2019, alle ore 10,00, nell’auditorium “Biagio Auricchio” dove, illuminati dall’aforisma satirico di Seneca “Una volta all’anno è lecito far pazzia ossia uscire da se stessi”,... 

Per saperne di più...
Seminario inerente al Progetto formativo di educazione ambientale “Il Sole in Classe”, lanciato dall’ANTER (Associazione Nazionale Tutela Energie Rinnovabili) sul tema “Dall’energia solare a quella dei valori morali mediante lo sviluppo della coscienza estensiva della convergenza interrelazionale personalistica e comunitaria per consolidare l’armonia con l’ecosistema: l’unica meta ineludibile al fine di assicurare la qualità della vita e la certezza dello sviluppo sostenibile”. Invito a partecipare all’incontro che avrà luogo giovedì 14 febbraio 2019, alle ore 10,00, nell’auditorium multimediale “Biagio Auricchio”.

Seminario inerente al Progetto formativo di educazione ambientale “Il Sole in Classe”, lanciato dall’ANTER (Associazione Nazionale Tutela Energie Rinnovabili) sul tema “Dall’energia solare a quella dei valori morali mediante lo sviluppo della coscienza estensiva della convergenza interrelazionale personalistica e comunitaria per consolidare l’armonia con l’ecosistema: l’unica meta ineludibile al fine di assicurare la qualità della vita e la certezza dello sviluppo sostenibile”. Invito a partecipare all’incontro che avrà luogo giovedì 14 febbraio 2019, alle ore 10,00, nell’auditorium multimediale “Biagio Auricchio”.

Ho il dovere di aprire la presente comunicazione con l’encomiabile esaltazione delle meravigliose eccellenze, esibite con orgoglio dai nostri allievi i quali, sotto la guida perfetta dei docenti, che li esercitano ad argomentare... 

Per saperne di più...
Il 25 gennaio 2019, alle ore 10.00, i nostri allievi si confronteranno con efficace cooperazione interattiva di contributi di ricerca nell’auditorio multimediale “Biagio Auricchio”, per commemorare il giorno della Shoah, rinnovando il ricordo della catastrofe ossia dello sterminio scientifico degli Ebrei  vittime del genocidio nazista perché Hitler li odiava, ritenendo l’ebraismo mondiale fenomeno mortale per la razza pura tedesca e quindi da eliminare con la pulizia etnica, mediante una tragica Soluzione Finale del loro problema esistenziale, attivata crudelmente soprattutto nei 48 campi di concentramento e di sterminio. Al termine irromperà sulla scena un gruppo ambizioso, esuberante ed impaziente di allievi del 1^ ciclo, bramosi di raccontarvi e mostrarvi il trofeo del Magen David (la stella a sei punte simbolo degli ebrei) nella qualità di vincitori del concorso “Io non dimentico 2019”, bandito dalla fondazione di rilievo internazionale Valenzi di Napoli.

Il 25 gennaio 2019, alle ore 10.00, i nostri allievi si confronteranno con efficace cooperazione interattiva di contributi di ricerca nell’auditorio multimediale “Biagio Auricchio”, per commemorare il giorno della Shoah, rinnovando il ricordo della catastrofe ossia dello sterminio scientifico degli Ebrei vittime del genocidio nazista perché Hitler li odiava, ritenendo l’ebraismo mondiale fenomeno mortale per la razza pura tedesca e quindi da eliminare con la pulizia etnica, mediante una tragica Soluzione Finale del loro problema esistenziale, attivata crudelmente soprattutto nei 48 campi di concentramento e di sterminio. Al termine irromperà sulla scena un gruppo ambizioso, esuberante ed impaziente di allievi del 1^ ciclo, bramosi di raccontarvi e mostrarvi il trofeo del Magen David (la stella a sei punte simbolo degli ebrei) nella qualità di vincitori del concorso “Io non dimentico 2019”, bandito dalla fondazione di rilievo internazionale Valenzi di Napoli.

La cerimonia finalizzata a non dimenticare l’orrore storico ed a prevenire ogni maledetto rigurgito di analoghi genocidi, prenderà il via dall’interpretazione dei nostri allievi, protagonisti dell’evento, della croce uncinata... 

Per saperne di più...

Leggi tutti i messaggi in News