Progetto “Adotta un Melo”

12 maggio, 2002 Archiviato in Esperienze didattiche

Immagine anteprima YouTubeAbbiamo letto con profonda gratitudine la vostra lettera del 12 maggio 2002 ed abbiamo accolto con grande piacere il CD ROM, le foto e la cassetta VHS del servizio giornalistico.

Mi preme informarvi che, nel nostro Istituto Paritario Commerciale IGEA e Programmatori, per Geometri ed Alberghiero, sito alle pendici del Vesuvio, il piano complessivo che realizziamo mediante la nostra offerta formativa si basa su condizioni preliminari ideali e nello stesso tempo pratico – operative che si sostanziano nella promozione e realizzazione di un processo di apprendimento attento agli scambi reciproci con il mondo culturale, scientifico e produttivo extrascolastico nella necessità di potenziare la dimensione operativa dell’istruzione e formazione dei nostri allievi.

I nuovi bisogni di formazione, sollecitati dalla tecnologia che incalza, ci spingono all’acquisizione di conoscenze, competenze, atteggiamenti, capacità e disposizioni che i curricoli scolastici e le consuete modalità didattiche di riferimento non riescono a garantire per un’adeguata risposta alla qualità attesa dal mondo del lavoro e del mercato. Di qui la nostra disponibilità ad operare con accreditati partner, disposti ad aiutarci nel creare le condizioni piu’ opportune, intelligenti e interessanti atte ad arricchire le aree curricolari con iniziative formative fortemente determinanti nella formazione non solo culturale, ma anche, e soprattutto, professionale e tecnico ai fini di una interazione apprendiva, cognitiva ed operativa globale, coinvolgente la persona in tutto il suo essere.

In questa prospettiva, siamo noi a sentire il doveroso obbligo di ringraziarvi per la fortunata occasione che ci avete offerta di intraprendere, arricchire e incrementare un dialogo formativo on line che i nostri studenti coltivano sul terreno di una collaborazione mediata da un “frutto biblico”.

Agli albori della creazione, tale frutto provocò i progenitori al peccato; oggi, invece, agli inizi del secondo millennio, sollecita i giovani discendenti provvidenzialmente al riscatto, innalzandoli all’apoteosi dei valori piu’ belli che si traducono nel razionale culto della vita e della natura, mediante l’ausilio della scienza che, col vostro rivoluzionario ed armonioso metodo virtuale, ne ha catturato il sentimento, la volontà e l’operatività.

Talché, con passione ed accanimento, i nostri studenti coltivano con voi, pur stando nelle aule ai piedi del Vesuvio, le tre fattorie che ci avete affidate, nella ridente conca di Bolzano, che sono diventate nel contempo vivai di mele da voi, e vivai di esiti eccezionalmente educativi e formativi da noi.

Che dire poi della visita reale?

La suggestione incantevole dei luoghi, l’ordine e la perfetta tenuta delle piantagioni di mele, la cortese ospitalità di Omar, Alessandro, Mario, Michele e degli altri dirigenti, tecnici ed operatori, la simpatia dei cittadini, la cordialità delle autorità, la lezione concreta ed interessante dei vostri tecnici e coltivatori intelligenti hanno impresso nell’animo dei nostri ragazzi, dei Proff. De Simone, Fusco, Sapio, un’energia simpatetica che ha rinforzato in loro la passione di continuare l’esaltante esperienza “AgrItime”, che trovano di eccellente efficacia formativa.

Grazie infinite, per vostro tramite, alla Direzione, giornalisti ed operatori della RAI di Bolzano per l’interessante notiziario, trasmesso nella vostra Regione, e fatto trasmettere da RAI 3 anche nella nostra Campania. Esso resterà a testimonianza storica della nostra reciproca esaltante collaborazione ed affinità di sentimenti.

Una grazie di cuore anche per la cassetta e le fotografie del CD ROM.

Vi assicuro che i giovani, gli accompagnatori, tutti gli altri docenti, i genitori degli alunni e la Direzione Gestionale di questa Istituzione realmente vi esprimono stima, simpatia, amicizia ed infiniti complimenti.

Grazie delle mele e dei simpatici doni. Le mele sono veramente un capolavoro di colori, di sapori, di gusto, di forma e di perfetto frutto di lavoro e di un’appassionata e competente coltivazione.

Complimenti a tutti voi. Siete mitici ed insuperabili, hanno riferito i visitatori.

“Viva la nostra Marlene, la star che affascina, seduce e conquista la gioventu’ del mondo!”- hanno gridato in coro i nostri allievi, al termine della visione del documentario, nel nostro immenso e moderno auditorio multimediale, alla presenza di numerosi spettatori.

Download PDF versione stampabile

I commenti sono chiusi.