Progetto “Il quotidiano in classe”.

28 settembre, 2002 Archiviato in News

         Informo le SS.VV. che l’Osservatorio Permanente Giovani – Editori ha comunicato che sabato 26 ottobre p.v. si terrà a Milano la prima delle due giornate di formazione. In considerazione dell’eventuale impossibilità di partecipare alla tornata di studi sull’utilizzo del giornale quotidiano come strumento didattico, abbiamo chiesto di inviarci gratuitamente il volume contenente gli atti del Convegno pubblicato da La Nuova Italia. Talché il volume sarà da noi utilizzato come un utile supporto alla realizzazione del progetto in parola. In ogni modo, chi volesse partecipare di persona alla giornata di formazione, è pregato di prenotarsi tramite questa Istituzione con sollecitudine, dato che il numero dei partecipanti dovrà essere limitato a trecento.

         Intanto, si coglie l’occasione per ricordare ai docenti segnalati come Responsabile dell’ora di lettura che la distribuzione dei giornali inizierà da martedì 28 ottobre p.v., secondo le modalità che abbiamo concordato con la Direzione dell’Osservatorio e che ripartiamo in sintesi, per un ordinato, razionale e proficuo utilizzo dei quotidiani, nello schema qui di seguito trascritto:

classe

Sezione

Tipo di classe Docente Responsabile dell’ora di lettura dei quotidiani Giorno della settimana in cui si svolgerà l’ora di lettura
1 – 2 A IPSAR/Media Salvatore Lucchese che è anche incaricato del coordinamento Venerdì
1 – 2 A ITC – IGEA Carrella Loredana – Peluso Sisto Venerdì
1- 2 – 3 A ITG Sbrescia Carmela Venerdì
3- 4- 5 A ITC   IGEA Andonaia Michele Martedì
3- 4 – 5 A ITC   Prog. Cerciello Lorenza Venerdì
5 B ITC  IGEA Sapio Francesca Martedì
3- 4 –5 A IPSAR Iorio Carmine Martedì

         Non si ritiene superfluo raccomandare alle SS.VV. di sensibilizzare gli alunni ad utilizzare il quotidiano come strumento culturale, relazionale e di crescita totale, indispensabile per far fronte alla sfida che ci lancia la società conoscitiva e dell’incertezza, in cui si spera di vivere tranquilli, soprattutto se si è bene informati e capaci di affrontare criticamente i messaggi dei mezzi di informazione di massa. A questo, soprattutto, tende il nostro Progetto!

Buon lavoro a tutti

Download PDF versione stampabile

I commenti sono chiusi.