Giornata di studi con Dirigente e Docenti della Tibble Forscola di Leksand (Svezia).Lunedì 26/05/2003

26 maggio, 2003 Archiviato in News

             Le nostre proficue esperienze ed il successo degli esiti progettuali e delle attività operative in atto stanno progressivamente rafforzando le opportunità di intensificare serie di iniziative  finalizzate specificamente a collegare sempre più frequentemente questa Istituzione con quelle nazionali ma soprattutto con realtà scolastiche e culturali internazionali.

            E’ormai noto che l’azione del nostro Istituto ha varcato i confini naturali italiani ed ha allargato i suoi orizzonti culturali e professionali in Francia,in Belgio, in Tunisia in Ungheria e nel Brasile.

Abbiamo conquistato l’ammirazione e destato la curiosità e l’ attenzione di tante scuole straniere con le quali abbiamo instaurato rapporti di collaborazione, mentre altre vogliono conoscerci chiedendo di venire ad osservarci nella quotidianità operativa per scoprire come elaboriamo e rielaboriamo la cultura con i nostri allievi, come trasformiamo la nostra proposta culturale nella realtà effettuale dei processi formativi a livello didattico e pratico .

            Siamo, quindi, al centro di un interesse multiculturale ,  pluriculturale ed interetnico a dimensione planetaria perché non limitiamo ai livelli teorici il rapporto con le altre culture, ma dinamicamente ci immergiamo di fatto in esse per un confronto intellettuale e concreto, per un’ interazione attiva, mediante scambi di esperienze reciproche a livello operativo, come ampiamente e puntualmente hanno messo in risalto anche i nostri giovani validi docenti Prof.ssa Lorenza Cerciello, Prof. Salvatore Lucchese e Prof. Michele Andonaia, con i loro significativi interventi, sul primo numero autorizzato dal Tribunale di Nola, del nostro periodico “Oltre la Scuola”.

            Per noi l’interculturalità si sostanzia, senza remore e riserve, in un impegno reciproco di relazioni e di interazioni, di pari dignità, con altri popoli che si trasforma addirittura in un’ amicizia sincera e fraterna per effetto di un pensare, di un sentire e di un agire planetario, senza rinunciare alla propria identità culturale.

            Specificità, globalità e valorizzazione  delle differenze sono gli ingredienti pedagogici e formativi del nostro menù scolastico che ci hanno resi disponibili al pluralismo del sapere e alla realtà culturale interetnica.

            In questa collocazione ci siamo esposti alla ribalta internazionale provocando negli altri la curiosità di conoscerci da vicino per scoprirci reciprocamente e rivelarci, lungi da ogni relativismo etnicistico, i punti di forza e quelli di debolezza, onde essere idealmente e concretamente uniti ed operativi, senza rinnegare la cultura di appartenenza.

Dunque, ci incontriamo per dialogare, confrontarci e concordare strategie culturali, pedagogiche e didattiche allo scopo di valorizzare e incrementare la cultura della comprensione e della cooperazione interetnica, lottando e respingendo ogni ideologia indiscussa e l’irrazionalità prevaricatrice di parte per i migliori destini dei popoli.

            In questa prospettiva lunedì, 26 maggio 2003, ospiteremo nel nostro Istituto una delegazione di dirigenti e docenti della TIBBLE FORSCOLA  di LEKSAND (Svezia), guidata da Yvonne Norman, in collaborazione col prof. Antonio Aliperta, Presidente dei Comitati di Quartieri di Somma Vesuviana, per una delle consuete giornate di studio a livello internazionale che costituiscono uno dei punti di forza caratterizzanti il nostro  POF.

Sarà al centro del confronto un’ approfondita riflessione sul metodo della pedagogia scientifica di Maria Montessori, in conflitto con la pedagogia sperimentale del suo tempo, con dimostrazioni pratiche laboratoriali   effettuate dai bambini della nostra Scuola dell’Infanzia.

Seguirà un ospitale ricevimento da parte del nostro Istituto Alberghiero.

Separatamente sarà diffuso lo schema organizzativo dei lavori

Download PDF versione stampabile

I commenti sono chiusi.