17/06/2003 Giornata di studio con una Delegazione della Scuola Comunale di Seoul (Corea del Sud)

17 giugno, 2003 Archiviato in News

   Le continue visite, i frequenti convegni e le numerose giornate interculturali di studio, che ci stanno mobilitando soprattutto in questo scorcio finale dell’anno scolastico, hanno promosso quest’Istituto a “crocevia della ricerca metodologica e didattica mondiale”.

            L’Istituto Montessori è ormai diventato una tappa obbligatoria, in Europa, dei flussi culturali scolastici internazionali.

            Si diffondono con rapidità mai immaginata, fino alle più remote località del globo, la simpatia, l’accoglienza, la solidarietà, la partecipazione, l’amicizia e la stima con cui ci confrontiamo con studiosi ed operatori qualificati della scuola straniera, che vengono da noi per confrontarsi proficuamente sui contributi e sulle modalità con cui interveniamo nel cambiamento della qualità dell’istruzione all’interno del pianeta scuola in funzione dello studio allargato dei processi di apprendimento e della professionalità dei docenti per la realizzazione di “un prodotto” più rispondente alle esigenze di una globalizzazione equilibrata, a vantaggio della dignità dell’uomo.

            Alla richiesta di fornire la chiave dei nostri successi, alla Delegazione dei docenti svedesi, nostri ospiti qualche settimana fa, abbiamo risposto che uno dei punti di forza del nostro successo sta nello “slogan” che abbiamo ricavato dal filosofo Bergson: “ Agite come uomini di pensiero,ma pensate come uomini d’azione”.

            Uno “slogan” che ci guida, come costante punto di riferimento, nell’impresa che abbiamo ereditato da M.Montessori la quale, pedagogista e maestra dei popoli, ci ha “imposto” di edificare  un universo dominato dalla pace, nell’attività di  costruzione del mondo del fanciullo e del giovane, quel mondo del futuro che manca totalmente e di cui devono prepararsi ad essere gli autentici cittadini.

            E’ per questo che definiamo, senza presunzione di trionfalismo, “opificio mondiale” di umanità l’ Istituto in cui lavoriamo, alla luce dei principi della sua imperitura pedagogia scientifica, con la tattica operativa di un connubio strategico tra lo Spiritualismo Bergsoniano e la Scienza Montessoriana, che svincola la psicologia concreta dalla tutela astratta dello spirito, pur riconoscendogli la sua essenziale funzione nella pratica educativa, facendo diventare l’educazione un fatto sociale ed umano, un fatto di interesse universale, che deve dare all’uomo la coscienza “della sua posizione reale nella storia”.

            In questa operosa atmosfera, martedì 17 giugno 2003, alle ore 10.00, sarà nostra ospite una delegazione di 30 docenti e dirigenti della Scuola Comunale di Seoul (Corea del Sud) per una giornata di studi, durante la quale ci scambieremo informazioni ed esperienze, al termine di una dimostrazione didattica laboratoriale da parte di nostre scolaresche, effettuata alla luce dei principi della pedagogia scientifica e del messaggio umanitario della Montessori, conosciuta seguita e amata in numerose scuole dell’ Europa , dell’Asia, d’ America e poi d’ Africa ed, in particolar modo,dell’ India, dove era emigrata nel 1939 per la sua opposizione al nazismo.

            Sarà diramato a parte il prospetto dell’ordine dei lavori, compreso quello del ricevimento preparato dall’Istituto Alberghiero, per gli ospiti.

Download PDF versione stampabile

I commenti sono chiusi.