Invito a manifestazione. Domenica 9 maggio 2004

9 maggio, 2004 Archiviato in News

Un immigrato arabo, Sig.Sayad Karib, a nome di tutta la comunità islamica dimorante in Somma Vesuviana, ha inviato a questa Istituzione l’allegata lettera con la quale invita ad una manifestazione di solidarietà per la Pace, che si volgerà Domenica 9 maggio, alle ore 10.00, in Piazza Trivio a Somma Vesuviana.

E’ un gesto gradito e apprezzabile perché nelle parole del Sig.Karib riscontriamo sintonia con le nostre idee che arricchiscono lo spirito interculturale che permea il nostro POF. Talché siamo consapevoli che i processi migratori in atto, indotti dalla società complessa e della globalizzazione, ci sollecitano a nuove forme di comunicazione e di solidarietà sociale, ispirate a quei valori universalmente condivisi che fondano l’etica e la civiltà dell’uomo. Donde la ricerca di nuove modalità di convivenza e l’apertura al dialogo planetario e interculturale che si alimenta col rispetto, l’integrazione, la solidarietà, lo scambio, la reciprocità e la generosità. Condizioni essenziali però sonoil ripudio dell’intolleranza e il rigetto di ogni logica egemonica, di ogni esclusione e marginalità per far posto alla coesistenza delle culture, pur conservando ognuna la peculiare specificità, nello scambio reciproco finalizzato ad una sincera comprensione e cooperazione.

Nel nostro magistero educativo riteniamo che l’interazione e l’integrazione sono i fattori indispensabili che consentano di passare da una società multiculturale ad una società ntercultrale, centrata “sull’altro” con la sua umanità, da considerare sempre come proprio simile. E’ con questo spirito che trattiamo i diversi portatori di altre culture che già frequentano le scuole di questa Istituzione, ai quali assicuriamo pari opportunità, pari dignità e pari trattamento nel loro diritto allo studio e alla cittadinanza. Talché, come prescrivono le Indicazioni nazionali per i Piani di studio personalizzati, nel realizzare il progetto educativo e formativo, curiamo operativamente “il dialogo tra culture e sensibilità diverse” e ci preoccupiamo di “individuare”, analizzare, esporre e visualizzare i collegamenti esistenti tra globalizzazione, flussi migratori e problemi identitari.

Download PDF versione stampabile

I commenti sono chiusi.