Manifestazione pubblica “Bruciamo le cattive abitudini”. Progetto Educazione ambientale con l’Eduform Onlus- Lunedì 17 gennaio 2005- ore 12,00. Invito.

17 gennaio, 2005 Archiviato in News

Manifestazione pubblica “Bruciamo le cattive abitudini”. Progetto Educazione ambientale con l’Eduform Onlus- Lunedì 17 gennaio 2005- ore 12,00. Invito.

Nel Piano dell’ Offerta Formativa abbiamo messo in risalto che il valore del sapere non si compendia esclusivamente nell’apprendimento teorico, ma si completa nelle modalità dell’attività pratica, nelle esperienze concrete che promuovono lo sviluppo delle abilità fondamentali del fare e del produrre, congiuntamente alla capacità di decidere.

Se questa considerazione è per noi sempre presente nella formazione dei giovani, a maggior ragione viene da noi ritenuta imprescindibile in quella dei minori, considerata la particolare fase evolutiva del loro sviluppo.

E così, in ogni itinerario didattico, non separiamo mai l’apprendimento razionale intellettuale dall’urgenza di aderire alle valenze pedagogiche delle attività manipolative, pratiche ed espressive e ai loro specifici linguaggi legati alla dimensione creativa, ludica e operativa.

Ciò perché una crescita equilibrata ed armonica esige che il bambino sia reso protagonista delle sue esperienze mediante il gioco, il fare e il creare che interessano specificamente l’intelligenza emotiva che mobilita le attività relazionali, espressive e comunicative, coinvolgendo anche le famiglie.

E le usanze tradizionali, come quella dei “ fuochi di S. Antonio Abate”, sono le migliori occasioni che sollecitano e stimolano incoraggianti forme di coinvolgimento in quanto impegnamo i piccoli in un confronto sociale e culturale allargato e arricchito che valorizza pienamente il loro vissuto sul piano cognitivo, immaginativo ed emotivo.

Così al “bambino manipolato”dal nozionismo scolastico, dal consumismo, dalla costrizione urbana e “plagiato” dalla comunicazione di massa, sostituiamo il “bambino liberato”, autonomo, sicuro, protagonista ed ottimista, il quale anche dalle usanze e sagre paesane assimila gli insegnamenti più naturali ed efficaci della saggezza tramandata dagli avi.

L’occasione cade poi opportuna anche per dare ai piccoli la possibilità di liberarsi dall’angoscia causata in loro dalle conseguenze psicologiche negative della catastrofe provocata dallo Tsunami che ancora rivediamo in televisione.

Vi invitiamo, pertanto alla manifestazione che avrà luogo lunedì 17 gennaio 2005, alle ore 12,00, durante la quale, su un falò da loro preparato, col contributo dell’Eduform, bruceranno simbolicamente le cose brutte del mondo, elencate in tanti messaggi, espressi su appositi biglietti, mentre auspicheranno un’universale opera di prevenzione e di solidarietà per difenderci dal male provocato dalla cattiveria umana e dalle furie distruttive della natura come quella che ha devastato il Sud- Est asiatico con l’apocalittico e terrificante maremoto.

Download PDF versione stampabile

I commenti sono chiusi.