Gli alunni della Scuola Secondaria di 1° grado trionfano a Castel Sant’Angelo-Roma.

1 febbraio, 2005 Archiviato in News

    

 Dopo il trionfo degli studenti dei nostri Istituti superiori a Lampedusa, è la volta della vittoria degli scolari della “scuola media “ che si affermano nell’ impresa della scalata al “Castel Sant’Angelo” di Roma.

Si tratta della vincita del premio concorso “ Il castello diventa…”, bandito dall’Istituto Italiano dei Castelli – Castel Sant’Angelo di Roma – fondato nel 1964, associato all’Internationales Burgen Institut. Organizzazione Internazionale sotto gli auspici dell’Unesco e del Consiglio d’Europa.

            I vincitori saranno invitati a Roma, accompagnati dalla Prof.ssa Arch. Daniela Aliperti nel mese di Aprile per ricevere il premio che hanno conquistato con il loro singolare progetto, ideato sotto la sua competente guida.

Si tratta di una proposta di alto valore e significato etico, culturale, sociale e civico, finalizzata a rivitalizzare, mediante  originali ipotesi di riqualificazione e di riuso, di un inestimabile tesoro di bene ambientale, patrimonio caratteristico della storia non solo locale: il Castello Ducale di Marigliano.

Il progetto ha fatto la “radiografia” strutturale ed ha ricostruito la sua funzione geopolitica a partire dalle sue origini nell’epoca romana, descrivendo le trasformazioni successive durante il ‘600 e quella del sec. XVIII, fino alla costruzione attuale, di cui gli alunni hanno passato in rassegna analiticamente ogni suo angolo.

Hanno cronologicamente descritto i vari proprietari storici fino alle Suore della carità, attualmente legali eredi del monumentale e maestoso complesso, con i suoi ampi giardini e fossato.

Il punto forte che ha determinato la  validità della proposta è stato evidenziato nella motivazione del premio “ per la ricerca abbinata alla proposta progettuale”.

Questa consiste nell’indicazione a trasformare il Castello in maniera da destinarlo a dignitoso museo, a sede di concerti ed incontri culturali ed il vasto giardino circostante a parco-giochi con laghetto, giostre e quant’altro possa caratterizzarlo come centro di attrazione culturale e turistica.

Il tutto è stato avvalorato con attente valutazioni, calcoli prudentemente finalizzati allo scopo e con un “pizzico” di fantasia, condito da forte entusiasmo.

Bravi ragazzi!

Complimenti alla Prof.ssa Daniela Aliperti

Download PDF versione stampabile

I commenti sono chiusi.