Manifestazione culturale, educativa e ricreativa in collaborazione con l’Eduform. “Le maschere della solidarietà”. Martedì 8 febbraio 2005, ore 10,00. Auditorium multimediale. INVITO.

8 febbraio, 2005 Archiviato in News

La consuetudine di scandire il percorso annuale didattico in periodi intercalati e siglati dal folclore tradizionale e dalle ricorrenze più care al nostro popolo alleggerisce il lavoro scolastico dell’apprendimento vero e proprio e scongiura ogni pericolo di monotonia, concedendo una pausa distensiva e l’occasione di un incontro costruttivo con le famiglie.

Va precisato, intanto, che l’insegnamento impartito in quest’Istituto, già di per sé, non incappa nella routine didattica e bandisce ogni pedanteria  per effetto di strategie di mediazione adottate che esaltano il protagonismo di ogni alunno nella conquista delle competenze per la sua formazione.

E così il viaggio per gli impervi  sentieri del sapere diventa gradito, piacevole e interessante perché le esperienze di studio che compiono gli alunni vengono motivate dall’approccio ludico, piacevole e disteso che sollecita e sostiene la disponibilità alla conoscenza e alla cultura, senza sforzi inutili e fatiche stressanti.

            Dunque, le tappe festose , che condividiamo anche con voi genitori, costituiscono tanti momenti di dialogo e di aggregazione, tante pause, all’uopo programmate, per rifornirci tutti, alunni, docenti e voi, di quell’energia spirituale e psicologica particolarmente utile per affrontare con maggiore freschezza, vigore, fisico e forza di volontà, la tappa successiva nello svolgimento del lavoro comune in cui siamo tutti impegnati.

            Il ritrovarci periodicamente insieme, il festeggiare le più belle ricorrenze della tradizione, finalizzate ai comportamenti futuri, consente a tutti di continuare nei propri impegni più distesi, più sereni e più motivati e soddisfatti alla luce di scambi di informazioni,comunicazioni, suggerimenti e proposte che affiorano in un clima familiare e non formalmente rigido e istituzionale.

Inoltre , gli applausi, i sorrisi, i visi soddisfatti di voi spettatori, scrutati avidamente dai piccoli attori, cantanti e ballerini dall’alto del palco, li fanno sentire importanti perché al centro dell’attenzione. Li esaltano e li gratificano,mentre li caricano e incitano a fare meglio il loro lavoro nella non facile impresa di crescere buoni, sani, ottimisti, fiduciosi in sé e negli altri, sicuri e autonomi.

            Le nostre  manifestazioni, dunque, non sono semplici ed improvvisati intrattenimenti . Sono, al contrario, il risultato di impegni didattici laboratoriali e strategie interdisciplinari.

            Nei laboratori i vostri figli, piccoli grandi artisti in crescita, mentre si preparano ai musical , sviluppano trasversalmente e simultaneamente, con modalità scientifiche e operative, la dimensione logico-cognitiva, la dimensione artistico- espressiva e quella socio-affettiva.

            E ne danno prova con gli spettacoli che presentano.

Possiamo considerarli il lievito vivo e fecondo che agglutina tutte le discipline e li fa crescere totalmente, predisponendoli al migliore successo anche nello scenario variegato della vita adulta.

            Vi aspettiamo , allora, martedì 8 febbraio 2005, alle ore 10,00 , nell’auditorium multimediale dove gli alunni presenteranno un originale musical in cui il fascino e la magia delle maschere tradizionali si trasformeranno virtualmente nella realizzazione di personaggi moderni che si immedesimeranno con i problemi e con le necessità dei popoli del Sud Est Asiatico, colpiti dall’immane catastrofe del Tsumani . Esprimeranno, a loro modo, solidarietà ed auspicio, sollecitando incoraggiamento e conforto alle popolazioni provate dal maremoto.

Download PDF versione stampabile

I commenti sono chiusi.