Manifestazione culturale, educativa e ricreativa: Festa degli Alberi

21 novembre, 2005 Archiviato in News

Quest’anno la Festa degli Alberi, che sarà celebrata il 21 novembre 2005, ore 10,00,  avrà per tema “ L’uomo come parte della natura ha un ruolo costruttivo e non distruttivo”.

Per l’intervento dell’Eduform, la cerimonia sarà caratterizzata da un evento culturale eccezionale. Nel corso dello svolgimento è previsto l’intervento della Dott.ssa Alfonsa Milia, ricercatrice presso il CNR di Napoli, la quale, con una lezione illustrata con  i mezzi tecnologici dell’auditorio multimediale, evidenzierà che la Festa degli Alberi è uno dei momenti più significativi della normale attività didattica intesa a formare un’adeguata coscienza civica al rispetto della biosfera.

In effetti arricchirà, con il suo qualificato contributo scientifico, la normale attività didattica finalizzata a rendere sempre più sensibili i giovani alla cultura della protezione e della tutela del territorio, nonché al dovere della difesa e valorizzazione del nostro patrimonio ambientale in maniera concreta ed operativa, in quanto l’armonia naturale deve essere garantita in funzione della nostra equilibrata esistenza.

Come abitanti del Parco Nazionale del Vesuvio, riconosciuto legittimamente come riserva mondiale della Biosfera  Mab dell’Unesco, siamo consapevoli che non ne siamo soltanto i passivi fruitori.

Siamo chiamati ad amarlo, proteggerlo e rispettarlo con le sue risorse, fauna, flora in maniera che ciò che costituisce il suo patrimonio ambientale, sfugga alla follia criminale degli abusi edilizi, degli sfruttamenti dissennati, dei saccheggi egoistici.

Si tratta di realizzare la cultura del connubio della natura e della biodiversità con lo sviluppo sostenibile, utilizzando le risorse della ricerca scientifica, ma soprattutto il buon senso (prevenzione incendi boschivi e frane, depurazione e gestione del ciclo delle acque, contrasto al disboschimento, al bracconaggio ed agli squilibri irrimediabili provocati agli ecosistemi dallo sfruttamento rapace, dall’abusivismo edilizio e degrado dissennato del patrimonio agricolo, faunistico, forestale, marino, paesaggistico e della biosfera in genere).

Nel quadro dell’intensa attività silvana, gli alunni, dal canto loro, esibiranno il loro contributo interdisciplinare portando sulla scena le loro esperienze educative e formative, la loro sensibilità e i loro intenti e convincimenti di profonda solidarietà, soprattutto con gli esseri viventi vegetali e animali.

A suggello della “mobilitazione” per la vita della natura, gli alunni procederanno alla piantumazione nel giardino dell’Istituto in segno di riconoscimento e di promessa della dovuta tutela della biosfera.

Download PDF versione stampabile

I commenti sono chiusi.