Progetto Moda: Dagli anni ’60 agli anni ’90……… un viaggio tra costume e società

18 maggio, 2006 Archiviato in Esperienze didattiche

Progetto interdisciplinare di continuità tra scuola materna, elementare , media e superiore

Premessa

Attraverso l’ideazione del progetto Dagli anni ’60 agli anni ’90……… un viaggio tra costume e società si sono volute sperimentare elaborazioni teoriche concernenti l’interdisciplinarità, l’impiego delle nuove tecnologie multimediali nella didattica, la metodologia di lavoro collaborativo, la sociocostruzione del sapere. Questi almeno sono i punti sui quali si è riflettuto di più.

Nella stesura del progetto si è dovuto tener conto del fatto che gli insegnanti dei vari ordini di scuola agiscono per compartimenti stagni, senza intravedere relazioni con le altre discipline. Si è pensato, quindi, ad una formula economica: un progetto comune a cui ognuno collabori con il tempo e le risorse che gli sono consentiti.

Descrizione del progetto

L’idea di base è quella di considerare la storia recente della nostra società come interessante fonte contenente informazioni che, opportunamente approfondite all’interno di molte aree disciplinari, conducono ad un sapere costruito e partecipato secondo le definizioni del modello sociocostruttivista. Secondo tale modello la conoscenza non è un’esperienza che possa essere trasmessa da una persona ad un’altra in maniera passiva. Ognuno costruisce la propria conoscenza attraverso personalissime esperienze nel mondo. Gli insegnanti aiutano i ragazzi a creare “i mattoni di conoscenza nuovi”, tenendo conto delle nozioni già acquisite in merito ad ogni argomento. Più un esperienza è significativa, più il muro della conoscenza è solido: le informazioni sono rivelate attraverso una detective story che spazia tra costume e società. I ragazzi, osservando i fatti, mode e personaggi degli anni ’60, ’70, ’80 e ’90, provano ad immaginare per quale motivo siano diventati così famosi. Un particolare approfondimento sarà mirato al significato di “moda” che non è altro che confessione del nostro modo di essere, della nostra filosofia di vita, dei nostri timori, delle nostre speranze e perché no, delle nostre aspirazioni. Si procederà cercando di far ben comprendere agli alunni i concetti sopracitati, soffermandosi sull’analisi di stile come maniera di vivere di un determinato periodo, la cui manifestazione più tangibile si riscontrerà, naturalmente nell’arte di ogni epoca, nell’architettura, nella pittura ed in tutto ciò che circonda l’uomo. A questo punto, gli allievi non si sorprenderanno perché riusciranno a comprendere pienamente il fatto che l’uomo, a sua volta, ha cercato di armonizzare il proprio abbigliamento con ciò che lo circonda e capiranno che questo si può considerare il momento in cui è nata la moda.

Dopo la formulazione delle ipotesi i ragazzi, organizzati in gruppo, partono alla ricerca di informazioni utilizzando i libri e le enciclopedie della biblioteca. Non hanno bisogno dell’intervento degli insegnanti. Sono fortemente motivati a scoprire quanto le loro intuizioni, formulate a partire dagli “indizi”, siano fondate. Le nuove scoperte, infatti, vengono a mescolarsi con quanto sanno già, ma soprattutto con quanto non sanno e vorrebbero conoscere.

In questo modo imparano autonomamente moltissime nozioni riguardanti la cultura italiana. La trasmissione del sapere da parte dell’adulto, secondo un modello più tradizionale, si rivela utile in contesti di approfondimento, di ricerca di nuove strategie oppure quando sia necessario far conoscere e comprendere determinate convenzioni.

Il progetto prevede anche la creazione di scenografie relative ai suddetti decenni. Tali quadri saranno animati da sfilate di moda utilizzando tutti gli spazi disponibili dell’Istituto.

Finalità

Si ritiene che la realizzazione del Progetto in oggetto possa contribuire a promuovere le seguenti finalità:

  • Adeguare l’offerta formativa delle scuole alle esigenze ed alle richieste dell’utenza, migliorando la qualità dell’esperienza scolastica
  • Prevenire il disagio e i comportamenti devianti connessi all’insuccesso scolastico, all’emarginazione, allo svantaggio culturale, al vissuto adolescenziale
  • Creare dei percorsi didattici verticali per lo sviluppo di particolari abilità e conoscenza secondo una logica sequenziale di tipo lineare dal semplice al complesso, in cui si possa individuare il grado di complessità terminale di un ciclo di studi, che costituisca il livello iniziale per il segmento scolastico successivo
  • Realizzare proposte didattiche elaborate secondo un livello crescente di complessità, su tematiche educative trasversali;
  • Favorire l’acquisizione di positive modalità di comportamento e della capacità di instaurare relazioni interpersonali e con l’ambiente che rendano gratificante, significativo e produttivo l’apprendimento
  • Promuovere un clima positivo di iniziative e di collaborazione, di benessere e di protagonismo, rivalutando il senso di appartenenza e la partecipazione
  • Incentivare la motivazione all’apprendimento mediante la partecipazione ad attività operative che, anche attraverso un prodotto finale tangibile e divulgabile quale il magazine scolastico, offrano possibilità di successo e autorealizzazione

Obiettivi operativi:

  • produrre utilizzare fonti di informazione
  • consultare repertori, orientarsi fra i documenti, rinvenire fonti di informazione
  • cogliere i fenomeni nella loro complessità storica, sociale e culturale
  • maturare un atteggiamento disponibile al confronto delle opinioni, alla verifica, all’autocritica, al rispetto della diversità
  • maturazione di atteggiamenti responsabili di collaborazione e di autovalutazione
  • favorire l’autostima e l’autodeterminazione
  • favorire le capacità decisionali e la capacità di lettura e di interpretazione dei condizionamenti sociali
  • attivare e valorizzare la solidarietà e il senso della giustizia
  • formazione della capacità di porsi obiettivi e scopi definiti, adattando e rinvenendo strumenti e soluzioni adeguate alla loro realizzazione
  • rivalutare il piacere delle scoperta, dell’analisi, della riflessione critica
  • risvegliare l’attenzione ai fatti sociali ed alle dinamiche ad essi connessi
  • promuovere il rapporto dei giovani con gli altri linguaggi (immagine, musica, moda, teatro, cinema, informatica ….) caratteristici della società contemporanea
  • riconoscere e valorizzare le proprie radici culturali
  • utilizzazione del computer come strumento al servizio della creatività e del linguaggio

Mappa con alcune delle più significative attività

Di seguito si riporta la cronologia dei maggiori avvenimenti:

Anni ’60

  • PROBLEMA RAZZIALE
  • SBARCO SULLA LUNA
  • OMICIDIO KENNEDY
  • MIRACOLO ECONOMICO
  • CONTESTAZIONE GIOVANILE

Anni ’70

  • BRIGATE ROSSE
  • EMANCIPAZIONE DONNA
  • DIRITTO DI FAMIGLIA
  • INTRODUZIONE DIVORZIO
  • CONTESTAZIONE GIOVANILE

Anni ’80

  • PROBLEMA NUCLEARE (Cernobyl)
  • DISARMO NUCLEARE
  • PERESTROJKA
  • CADUTA MURO DI BERLINO

Anni ’90

  • PAESI DELL’EST
  • PROCESSO DEMOCRATIZZAZIONE
  • FONTI DI ENERGIA E INQUINAMENTO
  • LOTTA ALLA DROGA E CRIMINALITÀ
  • DISOCCUPAZIONE

Percorso formativo e metodologico:

Il progetto Dagli anni ’60 agli anni ’90……… un viaggio tra costume e società entrerà nel quadro metodologico unitario del P.O.F.; la sua gestione sarà condivisa da tutte le componenti scolastiche, le iniziative proposte avranno carattere sistematico e non episodico, e saranno inserite nella quotidianità della vita scolastica. Gli insegnanti che già regolarmente attivano, nell’ordinario svolgimento delle attività educative e didattiche, interventi orientati al riequilibrio degli svantaggi scolastici, potranno organizzare metodicamente il lavoro in classe, consapevoli che tale lavoro convergerà in un prodotto finale tangibile e divulgabile e che sarà la testimonianza delle attività svolte e consentirà agli alunni di sentirsi ancora più protagonisti delle attività che non solo saranno vissute, ma anche rielaborate e condivise.

Il progetto si articolerà secondo il seguente schema:

Attività Contenuti Finalità
Detective story Formulazione di ipotesi Offrire situazioni di lavoro coinvolgenti e motivanti per far applicare concetti già affrontati e consolidarli. Riflettere sulla sequenzialità e collegare gli indizi tra loro
Laboratoriali Realizzazione di costumi e scenografie Si prepareranno i costumi e scenografie, onde offrire situazioni di lavoro coinvolgenti e motivati per far applicare quanto studiato
Classificazione Ricerche sulla pagine di riviste e giornali o attraverso Internet
  • Riconoscere, classificare e ordinare i costumi in base alle epoche
  • Motivare e abituare alle operazioni di ricerca
  • Utilizzare fonti di informazione
  • Riflettere sul concetto di “moda”.
  • Riconoscere, classificare e ordinare i costumi in base alle epoche
  • Motivare e abituare alle operazioni di ricerca
  • Utilizzare fonti di informazione
  • Riflettere sul concetto di “moda”
Download PDF versione stampabile

I commenti sono chiusi.