Celebrazione della Shoah. Incontro – dibattito su “Le radici della Shoah: Genesi e sviluppo delle teorie razziste” e cineforum sul documentario “Destinazione Auschwitz. Viaggio fabbrica dello sterminio”, col supporto scientifico dell’ ICSR “ Vera Lombardi” di Napoli. Venerdì 25 gennaio 2008, ore 10.00, auditorio multimediale. INVITO.

25 gennaio, 2008 Archiviato in News

Quest’ anno celebreremo la Giornata della Memoria ripercorrendo a ritroso, nella riflessione storica, il processo che culminò nello sterminio degli Ebrei, ordito dalla folle ossessione di Hitler, deciso a scatenare la distruzione finale non solo di tale popolo, ma addirittura di tutto il genere umano.

Approfondiremo il mito dell’ arianesimo nel quadro della teoria dell’ ineguaglianza delle razze, da cui alla fine del 1800 emerse la concezione che le razze determinano i valori e l’ esistenza storico – sociale dell’ uomo e che su tutte le razze, secondo una dissennata corrente di pensiero socio – politico, quella ariana o germanica, sarebbe stata destinata a dominare, per la sua superiorità etnica.

Addirittura Alfredo Rosemberg osò attribuire all’ esclusiva forza della razza ariana la creazione di tutti i prodotti della civiltà: scienza, morale, arte, istituzioni, ecc. .

Si lamentò, tuttavia, che essa, mescolandosi con quelle inferiori, avrebbe subito un processo di decadenza.

La colpa di tale declino venne ferocemente attribuita soprattutto ai veleni creati dall’ anti – razza ebraica e giudaica.

Alla stessa venne artatamente imputata la responsabilità della sconfitta subita dai tedeschi nella prima guerra mondiale. Sfruttando il mito ed il pregiudizio antisemitico, si colse il pretesto per dar vita alla feroce tirannide nazista che si acuì con la seconda guerra mondiale allo scopo di scatenare l’ allucinante terrore del “nuovo ordine”.

Si tradussero nei diabolici campi di sterminio o lager oltre sei milioni di ebrei, là dove vennero soppressi scientificamente con crudeli sevizie, mentre si sterilizzavano e sterminavano, nel tempo stesso, i testimoni di Geova, i diversamente abili, gli zingari e tutti quelli che erano considerati estranei alla razza pura superiore, onde liberarla totalmente da ogni contaminazione dei sub – umani.

Su queste allucinanti aberrazioni il Prof. Salvatore Lucchese, esperto dell’ Istituto Campano per la Storia della Resistenza, dell’ Antifascismo e dell’ Età Contemporanea “Vera Lombardi” di Napoli, affermato studioso dei problemi della resistenza, del razzismo, di altre pseudo – posizioni di pensiero che irrazionalmente considerano determinati popoli e etnie di natura sub –umana, ci fornirà una chiara visione, nonché un’agevole strategia interpretativa delle radici, delle causa, degli effetti e delle conseguenze del razzismo che, nato alle origini della civiltà in versione di schiavitù, si declina oggi in un virulento corteo di ideologie politiche e religiose, terroristiche, autoritarie, reazionarie, imperialistiche, capitalistiche, fondamentalistiche e si scatena col gusto dell’ orrore e della violenza occulta e palese.

Contro di esso dobbiamo, senza sosta, quotidianamente  praticare e alimentare la libertà, memori del monito di Luigi Sturzo col quale ci insegna che “l’ educazione e la conquista della libertà si fa con l’ uso stesso della libertà”.

Download PDF versione stampabile

I commenti sono chiusi.