Progetto Educazione alla legalità: simulazione udienza processo penale da parte degli studenti dell’ITC. Sabato 23 febbraio 2008, ore 9.00. Auditorio multimediale.

23 febbraio, 2008 Archiviato in News

             Il Piano dell’Offerta Formativa di quest’Istituzione, oltre alle attività curricolari, prevede un complesso di iniziative ed impegni extracurricolari formalizzati in quindici Progetti integrativi strategici, fra cui fruisce di un’attenzione e spazio particolare, quello sulla Legalità finalizzato ad orientare gli allievi nell’acquisizione responsabile di saperi e competenze chiave per l’esercizio di un’autentica cittadinanza attiva.

            Il movente sollecitatore prossimo del Progetto è nel frattempo determinato dall’urgenza di collaborare con le altre istituzioni nella non facile impresa di contrastare la violenza e la delinquenza, ormai diventata inarrestabile nel territorio nazionale e particolarmente nel meridione.

            Lo studio del fenomeno criminoso, soprattutto a livello giovanile, ci ha convinti che gli interventi repressivi posti  in essere dalla forza pubblica e dalla magistratura non riescono ad arginare totalmente il fenomeno delinquenziale, tant’è che vanno consolidandosi nell’opinione pubblica sconforto e insicurezza, non esclusa talora la scarsa fiducia nelle istituzioni, malgrado le brillanti operazioni di polizia che assicurano alla giustizia decine di delinquenti.

            È l’ISTAT che conferma quanto asserito allorquando ci indica che il 40% degli abitanti della Campania ha paura di uscire di casa quando fa buio. Dunque, la Campania vive sotto l’incubo della paura, dello sgomento e della psicosi indotto da individui privi di valori e di scrupoli e culturalmente sbandati, nemici delle regole della civile e pacifica convivenza.

            E questo ci induce ad impegnarci in un’impresa di prevenzione condivisa anche a livello scolastico.

            L’Istituto Montessori, mediante le attività curriculari e quelle specifiche del Progetto sulla legalità offre agli allievi le migliori opportunità per realizzare la motivazione, la riflessione e la sensibilizzazione alla cultura della legalità e della giustizia.

            Li fa esercitare a farsi carico di interiorizzare autonomamente i valori e le norme di comportamento che promuovono lo spirito di obbedienza alla legge e di vivere in maniera participata esperienze di condivisione e soluzione non violenta dei conflitti nell’ambito della responsabilità e del rispetto reciproco.

            Abbiamo sperimentato che l’azione di prevenzione scolastica è notevolmente efficace, se effettuata con attività laboratoriale, formativa ed educativa con forme e stili di convivenza in cui ognuno si esercita a gestire la propria libertà assumendo e svolgendo impegni e ruoli, in rapporto a se stesso e in relazione agli altri.

            Tanto premesso, sabato 23 febbraio 2008, alle ore 9,00, nell’auditorio multimediale per l’occasione trasformato in aula di tribunale, gli studenti della classe 3^ sez. A dell’ITC, assistiti dal docente di Diritto Rosario Scognamiglio, daranno prova del loro originale approccio ai problemi della legalità, simulando un’ udienza nell’ambito di un supposto processo penale, sotto i migliori auspici dell’Ordine Forense del Tribunale di Nola, che ha concesso l’onore di indossare le proprie toghe, gentilmente date in prestito a quest’Istituzione per rendere “autorevoli gli improvvisati magistrati ed avvocati”, insegnando loro, quali giovani cittadini, di conoscere,  riconoscere ed onorare, come si conviene, gli organi, la funzione giudiziaria e quella patrocinante, a cui tutti ci dobbiamo rivolgere per vivere in pace ed in sicurezza alla luce dei valori della Costituzione senza farci tentare neppure lontanamente di farci giustizia da noi stessi.

            E’ questo uno dei tanti eventi di cultura agita e praticata e non predicata della Legalità che caratterizzano la didattica attiva adottata da quest’Istituto.

Download PDF versione stampabile

I commenti sono chiusi.