La Scuola contro il nazismo. Adesione all’iniziativa culturale proposta dal Progetto Cultura per celebrare a Roma il mese della Memoria.

13 febbraio, 2009 Archiviato in News

Venerdì, 13 febbraio 2009, con partenza da quest’Istituto alle ore 6,00  un gruppo di studenti si dirigerà alla volta di Roma con destinazione Teatro Brancaccio per assistere, alle ore 10.30, allo spettacolo “Il grande flagello”, di cui gli interessati potranno scoprire già la Trama sul sito www.progettocultura.info.

Otto attori, con il sussidio di un impianto scenico tecnologico, composto da schermi al plasma e videoproiezioni, si presenteranno uno spettacolo che racconterà fedelmente la realtà storica dell’Olocausto mediante modalità e tecniche comunicative, dando vita ad un “diabolico reality show”, riprodotto alla maniera del grande Fratello.

Al termine dello spettacolo, previsto per le ore 11.40, avrà inizio la visita guidata da un esperto, del “ghetto ebraico, un posto incantato dove da anni vive la Comunità ebraica Romana.

Il percorso continuerà con destinazione progressiva all’Isola Tiberina, Piazza Venezia, Vittoriano, Via dei Fori Imperiali e Colosseo.

Va da sé che, nell’ambito del rispetto della libertà di coscienza e di giudizio degli studenti partecipanti, non esprimiamo opinioni e sentenze sull’hic et nunc degli eventi bellici in corso.

Ci riferiamo esclusivamente all’ambito delle riflessioni culturali e storiche, ossia al significato ed all’interpretazione degli eventi della Memoria, che non ha nulla da vedere con i giudizi che si esprimano oggi nei confronti della condotta dei popoli belligeranti.

Infatti, la visita guidata ci deve offrire soltanto occasioni per riflettere sui campi di sterminio là dove si sfrenò sadicamente la delirante, mostruosa e lucida follia omicida dell’aberrante mistica razziale di Hitler che fare massacrare milioni di ebrei, testimoni di ebrei, minorati fisici e psichici, zingari ed altri, perché “colpevoli” di non avere la purezza del sangue della razza ariana. Talchè, secondo le teorie del nazismo, era la sola a godere dell’assoluto privilegio della superiorità su tutte le altre.

Altre riflessioni a collegamenti sono rimessi alla libera determinazione degli studenti.

Il collaboratore, Prof. R. De Simone, curerà l’organizzazione e l’accompagnamento.

Per gli altri adempimenti gli interessati dovranno contattare la Segreteria.

Download PDF versione stampabile

I commenti sono chiusi.