Visita guidata alla Centrale Idroelettrica “Domenico Cimarosa” di Presenzano ed all’Oasi WWF Le Mortine, tra Campania e Molise. Giovedì 26/03/2009.

26 marzo, 2009 Archiviato in News

 Nell’ambito del Progetto di Educazione Ambientale e sulla base delle Indicazioni riguardanti l’Educazione alla Cittadinanza,abbiamo riservato un ampio spazio ai percorsi che alimentano la cultura della responsabilità ambientale ed in particolare a quelli riguardanti lo studio delle fonti primarie e secondarie di energia ed alla sua crescente domanda in risposta al fabbisogno industriale e domestico. Trattiamo le problematiche riguardanti le fonti energetiche tradizionali, costituite dai combustibili fossili con le relative centrali di produzione (Carbone, olio combustibili) e dell’uranio (centrali nucleari).Ma i tempi che corrono ci inducono a soffermarci maggiormente sulla necessità di adottare comportamenti ecosostenibili soprattutto in risposta al protocollo di Kyoto del 1987, che impone di adoperarsi al massimo per  ridurre il trend delle emissioni di CO2, ossia di anidride carbonica, che è una delle cause maggiori dell’effetto serra.

Da qualche giorno abbiamo appreso che l’Italia intende ritornare al nucleare con la costruzione di quattro centrali.

E già si sono accese energiche polemiche, spesso di parte.

In attesa di conoscere eventuali accordi scientifici e politici, siamo impegnati per il momento a studiare che le fonti di energie tradizionali non sono inesauribili e che concorrono alla  produzione ed all’emissione di CO2 e perciò sono state giudicate altamente inquinanti.

Sostenuti anche dalle proposte della Fiera Ecomondo di Rimini del novembre scorso siamo orientati, perciò, allo studio delle fonti energetiche rinnovabili e pulite costituite dall’acqua, dal sole, dal vento e dalle biomasse.

Abbiamo, pertanto, in programma visite guidate alle relative centrali di produzione per rilevare direttamente il funzionamento ed avere informazione dai tecnici, utili anche agli effetti pratici non solo, ma per arricchire il nostro patrimonio culturale sia sotto l’aspetto conoscitivo sia sotto quello delle competenze.

In questo quadro, il nostro Ufficio Studi e Ricerca, su proposta dei Consigli di classe, sta organizzando una serie di visite guidate alle rispettive centrali di produzione: idroelettriche, solari, fotovoltaiche, termiche e a specchi, eoliche, biogas.

Incominceremo dalla Centrale idroelettrica dell’ENEL di Presenzano, tra Campania e Molise.

I piccoli visitatori conosceranno le caratteristiche dell’impianto ed il ruolo che svolge nel contesto del sistema elettrico nazionale, nonché il suo rapporto con l’ambiente.

La Centrale fu costruita in 11 anni (dal 1979 al 1990). E’ per grandezza la prima in Italia e la seconda in Europa. La visita durerà circa 2 ore, durante le quali i tecnici spiegheranno la sua struttura (bacini, condotte, camera valvole, turbine, pompe per riportare l’acqua al bacino superiore, ecc.).

Dopo i visitatori si trasferiranno all’oasi WWF Le Mortine, che è un parco sito fra i comuni di Capriati al Volturno (CE) e Venafro (IS), dove ammireranno, accompagnati da una guida locale, fra l’altro, il bacino lacustre formato dal fiume Volturno, con boschi e flora caratteristica igrofila,  canneti e selve; osserveranno i bacini lacustri popolati da germani reali, gallinelle d’acqua, folaghe, aironi, gufo delle paludi, ecc.

La visita avrà luogo mercoledì 26 aprile 2009, con partenza da quest’Istituto alle ore 8.00.

Il rientro è previsto per le ore 18,00 circa.

I visitatori consumeranno la colazione al sacco e saranno accompagnati dal docente di tecnologia e dai Prof. Boccarusso Aniello e Di Maro Elisabetta. Per le prenotazioni e le autorizzazioni i genitori interessati sono pregati di rivolgersi in Segreteria.

Download PDF versione stampabile

I commenti sono chiusi.