Progetto “Il Quotidiano in classe A.S. 2009/2010. Distribuzione La Gazzetta dello Sport. Concorso sulla cultura dello sport.

14 ottobre, 2009 Archiviato in News

Informo le S.S.L.L. che l’Osservatorio Giovani-Editori ci ha comunicato che, a causa dell’elevato numero di adesioni al Progetto, è costretto a differire l’inizio della distribuzione del Corriere della Sera e de Il Sole 24 Ore a martedì 12 gennaio.

Certamente la notizia non viene recepita con entusiasmo.

Il rinvio ci sorprende in quanto l’attesa, direi già ansiosa, viene protratta di due mesi da forza maggiore e questo frena l’entusiasmo degli allievi, ormai autentici praticanti fedeli di un’iniziativa che li conduce in giro con il quotidiano nei meandri dei saperi freschi della vita vissuta che danno ossigeno ai saperi attinti dagli strumenti tradizionali, facendoli rivivere per trarne elementi di confronto e di crescita equilibrata.

Siamo stati indotti a variare l’organigramma organizzativo degli obiettivi a medio termine concernente la consueta tempestiva attività didattica della lettura critica dei quotidiani, fondata sulla base consolidata di alcune delle testate più autorevoli, offerte dall’Osservatorio, che ci forniscono da dieci anni le risorse culturali e metodologiche per coltivare al meglio le dotazioni intellettuali, mediante il proficuo impegno in attività di confronto, di valutazione e di giudizio critico per orientarci, fra l’altro, convenientemente nell’intricato universo della comunicazione, agitata, ai nostri giorni, da esagerata dialettica spesso tautologica e spesso incompatibile con l’equilibrio dei canoni pedagogici che consigliano di non deviare dalla correttezza, con sofismi allusivi, e dal rispetto vicendevole nel dialogo diretto e nella comunicazione mediatica.

Comunque, il ritardo non ci deve spazientire; al contrario, ci deve rendere più motivati, più interessati e più determinati in quanto l’Osservatorio ci ha assicurati sulla continuità dell’esperienza decennale di fruire, anche quest’anno, di uno strumento di apprendimento che dà un sicuro e fruttuoso valore aggiunto di vita ai saperi disciplinari scolastici, aiutandoci a declinarli secondo paradigmi culturali personalizzati.

Tuttavia, più fortunati si devono ritenere gli studenti delle nostre classi prime e seconde superiori che da oggi incominciano a ricevere La Gazzetta dello Sport, in quanto ammessi a partecipare al Concorso a numero chiuso, in relazione alla disponibilità del numero dei posti, “La cultura dello Sport: imparare, pensare, vivere SportivaMente”, sotto la guida del Prof. Vincenzo Miranda, anche quest’anno, in considerazione della sua competente professionalità e passione con cui lavorò l’anno scorso.

Il concorso consiste nella realizzazione in gruppo di una piccola pubblicazione corredata di immagini, didascalie e articoli.

Deve riguardare le seguenti tre aree tematiche, con procedimento articolato nell’unità dell’argomento proposto dalla traccia.

1)      Personaggi sportivi simbolo del presente e del passato;

2)      Esempi di fair play;

3)      Integrazione nello sport.

La lettura de La Gazzetta dello Sport consentirà ai lettori di approfondire la cultura dello sport per educarsi e formarsi ai valori etici e morali della filosofia sportiva e praticarli come personale costume di vita, all’interno della convivenza civile, nel contempo fornirà spunti per l’elaborazione del tema.

In ultima analisi, la concisa pubblicazione dovrà essere finalizzata, ovviamente, a trasmettere a chi la leggerà un messaggio chiaro, denso di idee, emozioni e sentimenti sociali, morali e legali che solo la pratica sportiva riesce a far produrre in quanto espressione della totalità del vissuto di un equilibrato benessere biopsichico, mentale e spirituale, frutto di un tirocinio in cui sono impegnati attivamente l’imparare, il vivere ed il pensare sportivamente.

Siamo in attesa del bando e del regolamento del concorso, concepito dalla collaborazione tra l’Osservatorio Permanente Giovani-Editori, La Gazzetta dello Sport e la Fondazione Banco di Sicilia, con le indicazioni relative ai parametri per la creazione dell’elaborato e per la presentazione dello stesso.

Intanto, incominciate e andate avanti con l’augurio di ottimo successo.

Download PDF versione stampabile

I commenti sono chiusi.