Incontro di Orientamento con l’Università LUISS Guido Carli di Roma organizzato dall’Unione Industriale della Provincia di Napoli

11 marzo, 2010 Archiviato in News

 Nelle mie comunicazioni sulle tematiche dell’orientamento ho sempre evidenziato che quest’Istituzione declina essenzialmente i contenuti del piano dell’offerta formativa sviluppando le attività secondo i criteri operativi finalizzati ad esaltare le potenzialità di ogni allievo, considerato in ogni momento come soggetto attivo.

La nostra pedagogia dinamica valorizza l’azione, la volontà ed il fare mentre l’allievo organizza le sue strutture cognitive, affina le capacità logiche e matura la responsabilità nella costruzione del proprio progetto di vita.

Tutto ciò per aiutarlo al massimo possibile nella riduzione concreta della distanza fra ciò che apprende a scuola e ciò che gli richiedono i percorsi di studi universitari ed il mondo del lavoro.

In quest’impresa ci offrono preziosa collaborazione tutte le migliori istituzioni ed organizzazioni che investono tempo, energie, risorse culturali e scientifiche intese ad orientare i giovani nel giocarsi con successo il proprio destino.

Talché siamo convinti che solo su questa relazione fra scuola ed istituzioni possiamo offrire la garanzia della migliore scommessa per il futuro dell’Italia e dei suoi giovani figli.

Del resto il pedagogista Sergio Hessen, morto oltre 50 anni fa, già a suo tempo ci ammoniva che dobbiamo abbandonare l’idea che un “mestiere” possa esercitarsi rigidamente per tutta la vita, quando affermava che “una plasticità professionale deve corrispondere alla plasticità tecnica

 dell’industria moderna”.

Prova ne sono il deleterio fenomeno della straripante chiusura di numerose industrie e della inarginabile esondazione di licenziamenti, causati dalle mancate trasformazioni delle aziende che non si adeguano, fra l’altro, alla legge del progresso tecnico, con la verticale caduta dei consumi e della produzione.

Come scuola per il  futuro, ci assumiamo le nostre incombenze almeno per concorrere nella riduzione dell’angosciosa prospettiva, aiutando i giovani a pensare, concettualizzare, riflettere, valutare, affrontare e risolvere problemi, scegliere, trasferire conoscenze, aiutati dalle Università e da Organizzazioni culturali, economiche e scientifiche di alto livello, ecc. , aderendo ad iniziative come quella in oggetto.

Iniziativa che, peraltro, si sostanzia in un incontro in cui i giovani si confronteranno con esponenti dell’Unione Industriali di Napoli e docenti della LUISS per discutere sul loro futuro.

All’uopo, riporto testualmente un “passaggio” della lettera di invito: “Il programma prevede la partecipazione del Vice Presidente alla Formazione e Rapporti con l’Università dell’Unione Industriali di Napoli, Dott. Mario Mattioli, e del Professor Giuseppe Di Taranto, Ordinario di Storia dell’impresa e dell’organizzazione aziendale presso la Facoltà di Economia della LUISS, che illustrerà l’offerta formativa delle tre Facoltà: Economia, Giurisprudenza e Scienze politiche, Parteciperà, altresì, il Dr. Luigi Sibilio, laureato LUISS e componente del Gruppo Giovani Imprenditori dell’Unione Industriali di Napoli.”

L’incontro si svolgerà presso l’Unione Industriale di Napoli – Piazza dei Martiri, 58 – Giovedì 11 Marzo 2012, alle ore 10,30.

Il Prof. Raffaele De Simone, referente Progetto Orientamento, è pregato di organizzare la partecipazione e di condurre a buon fine l’esperienza.

Download PDF versione stampabile

I commenti sono chiusi.