Esito concorso “Giovani Giornalisti d’Europa” per la realizzazione del miglior Pacchetto editoriale sui temi dell’Unione Europea, il dialogo interculturale, la lotta alla povertà ed all’esclusione sociale. Riconoscimento e ringraziamento per il valido contributo da voi offerto alla diffusione dei valori fondamentali propugnati dal Parlamento e dalla Commissione Europea.

23 settembre, 2010 Archiviato in News

      Il Presidente dell’Associazione Nazionale Cultura Educazione Internazionale, nel comunicarci l’esito del concorso in oggetto, ha dichiarato che, fra le centinaia di elaborati presentati dagli istituti secondari di 2^ grado, costituito dall’impegnativo allestimento di un pacchetto editoriale, l’unico premio in palio è stato assegnato all’elaborato prodotto dal Liceo Scientifico G. Galilei di Potenza. Ho scritto impegnativo perché l’iniziativa è stata promossa dalla Commissione Europea, dal Parlamento Europeo, dal Dipartimento delle Politiche Comunitarie, in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e realizzato da ANCEI-Formazione e Ricerca.

Pur non avendo conseguito il premio reale, non diamo causa a nessuna delusione, in quanto, nel caso contrario, saremmo paradossali perché quando partecipiamo a competizioni culturali non andiamo alla ricerca dell’araba fenice, ma a sollecitazioni ed occasioni di arricchimento dei saperi per integrare con valori aggiunti gli obiettivi dei piani di studio curricolari.

Questa mia constatazione è confermata dal graditissimo giudizio del Presidente dell’ANCEI, il quale rivolge a me, ossia a noi, il suo autorevole ringraziamento con le seguenti incoraggianti espressioni:

…avverto l’esigenza di rivolgerLe un vivo ringraziamento per quanto Ella ha fatto per la migliore riuscita del concorso. L’iniziativa, realizzata con il contributo e la professionalità di ottimi docenti, ha evidenziato la sensibilità e l’interesse della scuola italiana per le tematiche europee e prodotto lavori di altissimo valore didattico e formativo….La Commissione Europea, in collaborazione con le altre istituzioni partner del progetto e il supporto tecnico di ANCEI- Formazione e Ricerca, anche grazie all’apprezzabile impegno della S.V. e dell’istituzione scolastica da Lei diretta, ha aggiunto un mattone, sia pure piccolo, alla costruzione della Casa comune europea ed ha inteso dare un contributo alla diffusione e al rispetto dei valori fondamentali della dignità umana, della libertà, della democrazia, della pace, dell’uguaglianza, della tolleranza. Con viva cordialità. F.to Anna Marsili.

Quindi, anche voi vi siete aggiudicato il vostro entusiasmante premio ideale che produrrà i suoi reali frutti quando sarete chiamati ad esercitare la vostra cittadinanza attiva.

Lasciatemi qui esporre anche i miei complimenti. Sotto la dinamica ed intelligente guida della prof.ssa Raffaella Cerciello avete trasformato la vostra aula in laboratorio culturale, di analisi, riflessioni e sintesi dove avete sperimentato con opportuni strumenti operativi, messi a disposizione dalla Gestione, le modalità più efficaci per organizzare la ricostruzione di fatti, eventi e realtà, riunendo le informazioni, vivificandole, verificandole e confrontandole.

Il lavoro editoriale che avete prodotto sui Rom è il risultato di una serie diversificata di azioni, di studio, di itinerari di ricerca, scoperta, documentazione, discussioni e curiosità antropologiche, storiche e scientifiche.

Avete trasformato ed arricchito le mappe dei saperi, già a voi noti, mediante processi tecnici di elaborazione delle informazioni relative a contesti culturali, sociali e antropologici soprattutto alla luce del criterio della convivialità relazionale, fondata sulla condivisione dei valori, senza discriminazioni.

Tutto sommato, avete dimostrato che con la tolleranza ed il dialogo è possibile conciliare radici culturali diverse e diverse identità di ogni realtà multiculturale.

Avete dimostrato all’umanità che, con la disponibilità, è possibile la promozione e la condivisione dei valori, a condizione però che si riesca a creare una cittadinanza attiva unitaria e plurale nell’ Europa per ospitare l’uomo planetario, soggetto libero di diritti e di doveri, come singolo e come gruppo. A mio modesto avviso, quest’ammirevole vostra maturità sta a dimostrare che il primo premio effettivo da voi automeritato è la vostra ricchezza interiore che non potrà mai essere deteriorata dalle contingenze e dall’oblio del tempo.

Download PDF versione stampabile

I commenti sono chiusi.