Adesione Progetto Bibliotecario “Io ho diritto ad un mondo migliore”. Iniziativa culturale e formativa proposta dalla Fondazione Banco di Napoli per l’Assistenza all’Infanzia.

26 settembre, 2011 Archiviato in News

La benemerita Fondazione Banco di Napoli, con la quale siamo collegati in rete insieme ad altre quattro scuole  Metropolitane, ogni anno ci propone l’adesione ad un nutrito programma di eventi culturali, formativi e ricreativi finalizzati a far crescere ed incrementare il povero patrimonio comportamentale e conoscitivo di  minori accolti in semiconvitto  provenienti da ambienti degradati ed a rischio dove si espande l’analfabetismo funzionale e cognitivo,  a causa di un disagio e malessere diffusi che si ripercuotono negativamente sugli stili di vita e sull’esperienza quotidiana, che si svolge all’insegna dell’arrangiarsi e adattarsi all’imprevedibilità con comportamenti irresponsabili ed irregolari.

Il programma, facendo tesoro delle felici esperienze effettuate l’anno scorso, intende recuperare i soggetti interessati al rispetto delle regole ,avviandoli ad un’efficace educazione alla cittadinanza attiva mediante sollecitazioni studiate per aiutarli a saper gestire le proprie emozioni   in maniera responsabile e consapevole.

Infatti, il titolo del progetto diventa occasione per invitare gli allievi e riflettere sui diritti e doveri  utilizzando  come supporto il libro curato da Amnesty International,  il cui titolo è”Il Grande libro dei diritti dei bambini”. In una apposita riunione preparatoria si è concordata l’organizzazione complessiva dell’itinerario  sulla base di tre condizioni fondamentali:

  • presenza di una biblioteca;
  • differenziazione tra le scuole partecipanti;
  • partecipazione di classi dalla quarta primaria alla terza della secondaria di 1^ grado.

L’itinerario è fissato in quattro incontri laboratoriali presso il Teatro Le Nuvole ed in diverse fasi di attività presso le scuole là dove  si articolerà in laboratori di lettura ad alta voce in drammatizzazioni, acquisizione di tecniche teatrali  ed in esperienze operative ludico-didattiche.

La conclusione dell’intero ciclo del progetto  si  effettuerà in forma collettiva di rete  a Napoli presso la Biblioteca della Fondazione.

Al termine della cerimonia a tutti i ragazzi  partecipanti all’esperienza sarà rilasciato il diploma  di “Ambasciatore dei diritti dei minori”.

Intanto una delegazione di nostri docenti è stata convocata presso la sede della Fondazione il 27 settembre ,alle ore 10,30, per far parte della commissione tecnica incaricata di definire i dettagli esecutivi del programma. I docenti saranno al più presto designati.

Download PDF versione stampabile

I commenti sono chiusi.