Inaugurazione della mostra Un museo… tutto da bere. Mercoledì 21 dicembre- Napoli, Museo Duca di Martina. Gli allievi dell’Istituto Alberghiero prescelti per fare gli… Onori di casa.

21 dicembre, 2011 Archiviato in News

Siamo agli ultimi giorni di dicembre, tempo di bilanci, e non posso esimermi dal saldare il debito in congratulazioni con gli allievi e docenti tutti del nostro Istituto Alberghiero per il merito riconosciuto loro e testimoniato dalla partecipazione a numerosi e selezionati eventi su espresso invito di autorevoli organizzatori, che hanno polarizzato la loro preferenza sui nostri studenti.

L’anno che sta per concludersi è positivamente caratterizzato dal finale della realizzazione vantaggiosa, pienamente riuscita, dell’evoluzione quantitativo-qualitativa dei progetti tecnico-operativi, svoltisi extra moenia in cui sono stati impegnati.

Talché sono tutti riusciti a superare agevolmente le difficoltà incontrate nel salire la scala di professionalizzazione socio-culturale e socio-professionale, meritando l’ammirazione di un osservatorio diffuso di eminenti personalità, autorevoli per dottrina, professione, sensibilità ed esperienze, che ringraziamo per l’onore che ci fanno per aver posto il centro focale della loro gradita attenzione nel nostro Istituto.

Orbene, anche dal loro consenso attingiamo motivi e forza per procedere, senza indugi e sempre meglio, nel compito di aiutare i ragazzi nell’impegno teso a costruirsi una forte personalità umana ed una solida dignità professionale, arricchita dalle migliori opportunità di mettersi in gioco quando sperimentano esperienze extrascolastiche complementari, ma nel tempo stesso inestimabili, nell’affinare le competenze sul campo delle prestazioni pratiche in ambienti selezionati e che si distinguono per prestigio e per l’importanza degli eventi che realizzano.

Prima di soffermarmi sul convegno che chiude il ciclo di dicembre, consentitemi di riferire sugli altri due eventi che precedono.

Il 3 dicembre siamo stati presenti, su cortese invito della Dieffe Comunicazione, nel quadro delle Giornate Gastronomiche Sorrentine, al “Premio Villa Massa” di Sorrento, evento enogastronomico-culturale a livello internazionale “A teatro con i protagonisti”, durante il quale ci siamo incontrati con personaggi di primo piano e di spicco del mondo della ristorazione, dell’accoglienza, della gastronomia e simili, di quello agroalimentare, della stampa, ecc.

Il 15 e 16 dicembre, invitati dalla Dirigenza scolastica del 1^ Circolo Didattico di Pomigliano d’Arco a contribuire alla migliore riuscita della mostra per raccolta fondi per Telethon, i nostri allievi dell’alberghiero hanno disimpegnato il servizio d’onore, curato il ricevimento ed effettuato il servizio ristorativo, con grande soddisfazione dei cittadini che hanno apprezzato tecnica, arte e raffinatezza dei loro prodotti culinari offerti, ed il garbo nel contegno relazionale e comunicativo

Ed ecco l’eccezionale evento di chiusura del ciclo stage esterni, che già dal titolo Un Museo…tutto da bere calici antichi e vini campani in Floridiana- Napoli, anticipa la sua forte dimensione antropologica, storica, artistica, culturale, scientifica ed economica  che si diffonde in ogni settore del sapere.

Si tratta di una mostra d’arte correlata all’argomento del vino, il cui uso viene considerato storicamente sotto gli aspetti profano, mitologico e liturgico. La cerimonia dell’inaugurazione della meravigliosa ed interessante mostra, che si svolgerà fino al 15 aprile 2012, è stata fissata per il 21 dicembre. In tale periodo sono programmati seminari conferenze, concerti e degustazioni guidate, motivo per cui diventerà un punto focale  d’attrazione dei più svariati gusti e tendenze degli interessati.

Proprio per queste eccezionali qualità educative e formative che caratterizzano la storica iniziativa, abbiamo accolto, con stimolante motivazione e vivo interesse, l’invito rivoltoci dalla dott.ssa Luisa Ambrosio, direttrice del Museo Duca di Martina, sito nella Villa Floridiana, Via Cimarosa -Napoli, di curare il servizio di catering  per gli ospiti nella giornata dell’inaugurazione.

Ringraziamo la dottoressa Ambrosio ed il Soprintendente Fabrizio Vona per averci offerto una delle rarissime occasioni che consentono ai nostri studenti di arricchire ed elevare il livello generale delle loro competenze e saperi con un approccio interdisciplinare e trasversale, che compendia, concilia e coniuga tradizione, presente e futuro, alla luce dei valori supremi della sapienza, capaci di sublimare anche profili professionali più proclivi al mondo pratico ed economico e meno legati alla logica della cultura museale, che conserva e fa rivivere la saggezza che custodisce, stimolando l’uomo a rispettare la sua essenza che travalica le contingenze esistenziali.

Prego i proff. D’Avino Luca e Cimmino Giuseppe, esperti in strategie organizzative e competenti nel cerimoniale dell’accoglienza e dell’ospitalità, di curare, come di consueto, la partecipazione degli studenti. Nel contempo li ringrazio insieme a tutti gli altri docenti per l’impegno e lo zelo con i quali aiutano i nostri allievi dell’IPSAR a motivare sempre meglio il loro impegno nella costruzione del proprio progetto di vita e di lavoro, così da riscuotere  sempre l’apprezzamento di chi ci invita e sperimenta con competenza e giudica il valore della loro bravura che onora i propri genitori e questa Istituzione.

Auspico che la dott.ssa Luisa Ambrosio possa ancora offrirci altre opportunità per alimentare,con le nuove strategie da lei inventate, la cultura museale, confrontando e fondendo tradizione e modernità, affinché i nostri allievi si adoperino a privilegiare il primato della genuinità sulla sofisticazione tecnologica, che contamina ed avvelena anche il gusto estetico, inteso nella sua indeterminata accezione.

Download PDF versione stampabile

I commenti sono chiusi.