Progetto “Scuole & Sport in Tour:” partecipazione dei nostri allievi alle attività di selezionate discipline sportive che si effettueranno nel Villaggio itinerante delle attività motorie, giovedì 16 aprile 2015 in Somma Vesuviana –Piazza V. Emanuele dalle ore 9.15 alle 13.00.

9 aprile, 2015 Archiviato in News

Informo le SS.VV. che, con sommo gradimento ed entusiasmo abbiamo accettato la nota datata 20/03/2015 dell’Assessore alla P.I. della Città di Somma Vesuviana, dott.ssa Elena Terraferma, con la quale diffonde ed invita cortesemente tutte le istituzioni scolastiche del territorio a partecipare alla singolare e piacevole iniziativa educativa, formativa e divertente che viene proposta, con la comunicazione prot. AOOUSPNA/ 725 del 27 febbraio 2015, alle scuole napoletane dall’Ufficio Scolastico Regionale MIUR per la Campania dell’Ambito Territoriale di Napoli – Ufficio XI – di concerto col CONI  di Napoli ed in collaborazione con l’Università Federico II e l’USSI Campana (Unione Stampa Sportiva Italiana).

Si tratta di una variegata manifestazione sportiva, sociale, culturale e di apprendimento in cui sarà dato largo spazio anche all’intelligenza emotiva e  creativa che consente alla scuola di esibire in “strada” i prodotti laboratoriali creati nelle attività didattiche ed extrascolastiche per dimostrare l’importanza che è riservata allo sport, quale uno dei percorsi operativi e pratici più validi ed efficaci per rendere protagonisti gli allievi nel processo educativo totale della propria personalità, con particolare attenzione alla formazione del carattere.

Si organizzerà uno dei villaggi itineranti delle attività motorie in cui gli allievi, dai bambini della scuola dell’infanzia fino ai giovani degli istituti di secondo grado, si esibiranno in giuochi ed in attività motorie e varie discipline sportive. Gli stessi  saranno coordinati da docenti, tecnici, maestri federali ed esperti del settore.

Intanto, dal versante più specificamente dell’educazione civile e civica la sorpresa più interessante sarà offerta dalla sezione didattica del Corpo dei Vigili del Fuoco, con “Pompieropoli”, dalla Polizia di Stato della Questura di Napoli con l’Unità cinofila, e con rappresentanti dell’Esercito e della Marina Militare i quali sensibilizzeranno i giovani sui temi della sicurezza e della legalità.

Quest’Istituto sarà ben lieto di fruire di questa preziosa ed eccezionale opportunità che offre agli studenti delle scuole sommesi di uscire dall’isolamento del gruppo stabile e stereotipo istituzionale e di compartecipare tutti insieme, unendo i cuori e l’entusiasmo, per familiarizzare, comunicare e interagire con spirito di sensibilità sociale e di affiatamento.

Si tratta di una fantastica ma feconda operazione educativa e formativa di vita scolastica che si effettuerà in piazza, trasformata in un’immensa aula dove gli studenti si esibiranno al pubblico in un clima di divertente libertà sociale, inteso a far allargare le relazioni umane ad un inedito approccio collettivo, impegnando spirito di iniziativa e intraprendenza in un ordinato rapporto autonomo di reciproco rispetto, fiducia e lealtà.

Quest’Istituto riconosce che le scuole non possono non ammettere che nell’epoca della globalizzazione galoppante, che stiamo vivendo con non poche difficoltà, è venuta meno la propria autosufficienza, la propria referenzialità.  Hanno  bisogno dell’apporto  di  un curricolo extrascolastico più ampio, vario, specializzato  ed esteso, arricchito da attività integrative di carattere sportivo, ricreativo, artistico, culturale, scientifico, tecnologico, ecc. che aiutino l’educando a vivere ed interpretare direttamente la realtà, oltreché dai libri scolastici.

Pertanto valuta, accetta e valorizza la collaborazione con le agenzie extrascolastiche quando offrono spontaneamente proposte esperienziali plurime e di qualità che consentono agli allievi di prendere coscienza della realtà ambientale in cui vivono per gestirla nel modo migliore, in quanto come già oltre duemila anni fa insegnava Seneca non per la scuola si impara, ma per la vita.

All’uopo, alla luce dell’esperienza professionale, finisco ritenendo che è sempre valido, a dispetto di certe affrettate ed avventate riforme che non riformano, ma che spesso addirittura deformano la scuola (scoraggiando e demotivando i docenti ed irritando i genitori che temono la perdita del diritto dei figli alla continuità didattica), l’inviolabile dettato legislativo dei Programmi del 1955 per la Scuola elementare là dove leggiamo: scopo essenziale della scuola non è tanto quello di impartire un complesso determinato di nozioni, quanto di comunicare al fanciullo il gusto di imparare a far da sé perché ne conservi l’abito per tutta la vita.

Quindi, noi montessoriani per preparare alla vita, trasformiamo, come ci insegna Katherine H. Read, la scuola in realtà vivente, ossia in vivaio di relazioni umane, in cui includiamo l’educando, il quale ci chiede, come rileva la Montessori, di aiutarlo a fare da solo, ossia libero da  deprimenti alchimie e marchingegni valutativi, politici e burocratici, che trascurano e perturbano l’umanità della persona.

I Docenti Aniello Boccarusso, Esposito Brigida Maria Patrizia e Parisi Lidia sono pregati di organizzare e condurre a  buon fine la partecipazione, seguendo le istruzioni che saranno loro impartite da questa Dirigenza.

Download PDF versione stampabile

I commenti sono chiusi.