LA ZUCCA PIU’ BELLA – 10^ Edizione – Concorso abbinato all Festa di Halloween. Invito a visitare la Mostra delle zucche artistiche esposte nell’auditorium multimediale “Biagio Auricchio” e assistere al musical, seguito dalla cerimonia di premiazione. Venerdì 30 ottobre 2015 – ore 10.00.

26 ottobre, 2015 Archiviato in News

Il riconoscimento del lavoro  di ricerca, compiuto  soprattutto dagli alunni del  primo ciclo, nella biblioteca e nel laboratorio di informatica per raccogliere informazioni e delucidazioni geostoriche  e antropologiche sulle origini e trasformazioni attraverso  i secoli delle caratteristiche  della festività di Halloween ed il suo rapporto con la zucca,( che ha sostituito nel tempo la rapa), nonché l’intagliatura ed  il modellamento della stessa, realmente concretizzati nel laboratorio delle attività creative, manuali e pratiche, anche se non coronati dal successo della premiazione, saranno  parimenti gratificanti per gli autori, per effetto dell’inserimento del manufatto nella rassegna.

Sicché, tutti i piccoli artisti, anche se  non premiati dalla giuria formata  dagli alunni presenti, saranno felici di veder esposto ed ammirato il proprio “capolavoro” realizzato con certosina bravura. Questo tipo di appagamento emotivo è per noi educatori importante e necessario strumento di apprendimento nel processo formativo.

Infatti, consente ad ogni ragazzo di nutrire, mediante la motivazione, fiducia in se stesso per il gusto ed il piacere di aver realizzato un prodotto e sfatato miti terrificanti, talché secondo noti studiosi di fisiologia dell’Università dell’Oregon ed altri,  è la motivazione che stimola la fiducia nelle proprie capacità.

Cresce così in autostima, perché prova la soddisfazione consapevole di aver voluto e raggiunto una meta, ossia il delicato ed artistico rintaglio e modellamento della zucca, traguardo  per  il quale si è messo in gioco. E’ felice di averlo condotto con un attento processo  elaborativo impegnando con interesse e passione tutte le sue energie, doti e talenti.

Lavorando in gruppo nei laboratori, ognuno si  sente compagno solidale e responsabile di giocare in una gara collettiva, culturale ed artistica,  gara che ha il fine in se stessa, consistente nel piacere di gustare  un divertimento serio che prepara alla vita mediante fantasticherie immaginarie, compensative del complesso di inferiorità congenito nei minori, mentre agevola il processo di socializzazione, che è una delle caratteristiche essenziali della natura umana.

In questo quadro Halloween, da tenebroso e  tragico evento del mondo occulto, creato e variato dalla fantasia popolare, si trasforma per i nostri allievi in solare gioco creativo con l’intento di parodiare ed esorcizzare quanto di diabolico veicola. Si trasforma in svago  divertente e salutare. Promuove così la loro maturazione psichica, la formazione del carattere e la sicura coerenza della condotta e del comportamento. Si  converte in straordinario fattore  di sviluppo in quanto fonte di vitalità, energia e creatività.

Inoltre, ciò che avvalora  riflessioni positive è l’impatto psicologico con la zucca da umanizzare e da far comunicare che, alimentando l’energia della componente motivazionale del piacere e della soddisfazione nell’impegno artistico del modellamento, nutre  indubbiamente il sentimento di attuazione personale e la  fiducia nelle proprie capacità.

Con queste opportune considerazioni noi montessoriani intendiamo evidenziare che il concorso “La zucca più bella” e le  numerose altre  attività del genere che organizziamo durante l’anno si svolgono sempre  all’insegna della mutua cooperazione e non della competizione, della lotta, della sfida e dell’antagonismo.

Alla luce dei valori e dei principi propugnati dall’UNESCO, disdegniamo da sempre, non solo durante la festa di Halloween, la tendenza a far sviluppare la volontà di potenza nella comunità sociale,  camuffata nei travestimenti da terrificanti fantasmi immaginari come diavoli, orchi, vampiri, mostri orribili  ed altri espedienti satanici che seminano violenza terrore, spavento, minacce per far soccombere il prossimo.

Pertanto, durante la Festa di Halloween contrastiamo la deriva diabolica, eliminandola con iniziative benefiche che promuovano la coscienza della mutua dipendenza nella comunità solidale, verso la quale ogni persona deve adempiere i suoi obblighi, prevenendo ogni rapporto conflittuale mediante il rispetto delle regole oggettive per realizzare con consapevolezza e volontà  la partecipazione attiva e trasparente alla sua vita.

Tanto premesso, vi aspettiamo venerdì 30 ottobre 2015, alle ore 10.00, nell’auditorium “Biagio Auricchio” per assistere al breve musical dei nostri piccoli artisti, per ammirare la rassegna delle meravigliose zucche intagliate e  partecipare alla distensiva premiazione con l’assegnazione del magico portafortuna beneaugurante Il talismano contro le insipienze.

La sorpresa di questa edizione  sarà  proprio il messaggio che ogni zucca “scrivente” trasmetterà agli ospiti.

A confermare il tutto in delizia, ci penseranno gli allievi dell’alberghiero, i quali hanno già da dieci anni dissociato il tradizionale motto DOLCETTO O SCHERZETTO, accettando solo il primo termine, lasciando cadere  il secondo perché  non può essere  di casa e adottato  in questa scuola  solare, veritiera e rispettosa del prossimo.

Il motivo? Sotto l’ammaliante scherzetto, l’ambiguo vocabolo incriminato, artatamente ridotto al diminutivo, occulta i significati di minaccia, rancore, dispetto e ricatto. Pertanto, gli allievi cuochi e barman, abituati a respingere ogni “sofisticazione”, cancelleranno  coerentemente e seriamente  il ripugnante scherzetto, felici di onorare senza condizioni Voi  graditi ospiti con i loro deliziosi dolcetti!

Download PDF versione stampabile

I commenti sono chiusi.