Inizio funzionamento Sportello di ascolto Psicologico.

11 febbraio, 2016 Archiviato in News

Si informano gli interessati che è già  in  atto il funzionamento dello Sportello indicato  in oggetto, la cui attività è regolata dal Progetto condiviso dagli Organi Collegiali  sul tema “Uno spazio per l’accoglienza e per l’ascolto del proprio essere”.

Dalla premessa enucleo un breve passaggio che già in sintesi  enuncia, con incisivo e rapido flash, la sua  configurazione: “Lo sportello di Ascolto psicologico all’interno dell’Istituto Montessori nasce dall’esigenza di accogliere, ascoltare ed aiutare gli studenti a partire dall’infanzia e proseguendo con la pre-adolescenza e adolescenza.  Esso offre, per questo, una buona occasione per avviare un percorso che serva ad affrontare e risolvere conflittualità e problemi inerenti alla crescita”. Pertanto, rientra fra le attività di miglioramento che arricchiscono il nostro Piano triennale dell’offerta formativa voluto dalla recente legge n. 107/2015 che ha riformato il sistema nazionale di istruzione e formazione, in quanto rinvigorisce il miglioramento del processo formativo e scolastico di tutti nostri allievi.

Una qualificata Unità Operativa del servizio di accoglienza, coordinata dalla psicologa  dott. RAIA Giovanna, esperta nella lettura, analisi, comprensione e interventi personalizzati di prevenzione, promozione e di recupero in ogni emergenza, svolgerà una complessa funzione psicopedagogica:

a)    di ascolto di chi ha bisogno di esporre problemi e situazioni di svantaggio, relazionali e comportamentali;

b)    di consulenza, finalizzata a fornire risposte e consigli adeguati a genitori e docenti, e di supporto agli allievi per realizzare un’agevole integrazione scolastica, nel caso in cui possano incontrare difficoltà e problemi.

L’Unità Operativa, dunque, è sempre disponibile con l’offerta di consulenze,  procedure e strumenti concettuali e pratici di prevenzione, soprattutto per ogni allievo il quale, a partire dall’infanzia, è osteggiato da difficoltà soggettive ed oggettive che gli impediscono di riuscire a tenere un ritmo normale  nell’apprendimento, nonché regolare nel comportamento e nelle relazioni umane con carente adattamento socio-culturale.

L’Unità Operativa garantisce che i contenuti dei colloqui e attività connesse sono tutelati da legale  privacy.

Per ottenere l’accesso alla consulenza gli interessati dovranno farne istanza  scritta su un apposito modulo da richiedere in segreteria.

Download PDF versione stampabile

I commenti sono chiusi.