INVITO al Convegno “Il Rumore del Silenzio” organizzato dall’Associazione EvaProEva di Somma Vesuviana – Venerdì 16 marzo 2018 Ore 10,00 – Auditorio Multimediale “Biagio Auricchio”.

13 marzo, 2018 Archiviato in News

Premesso che rivolgo un doveroso, cordiale  e  caldo ringraziamento alla Presidente Vincenza  Castaldo per aver scelto questo Istituto quale sede per l’interessante Convegno di cui all’oggetto, assicuro che la comunità educativa montessoriana  è  felice di offrire il proprio fattivo ed efficace contributo  per la sua fruttuosa riuscita. Ed ecco perché. Nel presente momento storico in cui nella realtà della società odierna aumentano gli episodi di violenza fisica e psichica praticata contro le donne, il Convegno ci invita a riflettere con maggiore intensità che si avverta più viva la necessità dell’impegno e del fervore di contribuire alla più  efficace campagna di contrasto per eliminarla, ridurla e prevenirla. Pertanto,  non basta condannarla concettualmente. Giustamente EvaProEva  evidenzia che è  indispensabile ed urgente realizzare   obiettivi concreti e realistici di interventi mirati, senza indugi, spingendo lo sguardo innanzi e prevenire ogni pregiudizio e sperequazione che ostacolano l’emancipazione delle donne. Urge liberarle dalla supremazia e dall’oppressione degli uomini garantendo loro libertà e dignità nella vita, nel lavoro e nella casa. All’uopo, si rivela molto bello il progetto della benemerita Associazione sommese in quanto è ricco di testimonianze e volontà operativa generosa, ansiosa di agire in concreto per rimuovere le sofferenze esistenziali delle donne, statisticamente in crescita. All’uopo, è doveroso per tutti offrire la propria disponibilità a collaborare nella instancabile attività svolta volontariamente dal  Sodalizio fin dal 2013, finalizzata a “sensibilizzare la popolazione e soprattutto i giovani del nostro territorio sul fenomeno della violenza di genere ,con un riferimento particolare alla violenza sulle donne”. E’ questo uno dei tanti motivi per i quali quest’Istituto ha accolto incondizionatamente,   con entusiastico slancio cooperativo, la gradita ed encomiabile richiesta di  offrire una degna ospitalità all’evento affascinante, interamente voluto dal cuore di encomiabili donne, animate da nobile  e forte carattere ecumenico ed  umanitario che le spinge con vivo senso ad operare con ogni mezzo formativo, culturale di solidarietà associativa  per una conquista di civiltà. All’uopo, esse sono impegnate in prima linea per aiutare tutte le donne perseguitate e trascurate a conquistare i loro diritti pari a quelli degli uomini, ossia la parità dei sessi, la giustizia sociale ed i valori morali. Rispetto a questa non facile impresa delle Volontarie , è chiaro che la  nostra scuola non rimane indifferente, si allea con loro per dissipare ogni discriminazione ed egoismo dell’uomo, per costruire insieme la pace del cuore e la gioia dell’amore, sbaragliando, come meglio può, angoscia, disperazione, smarrimento, crudeltà e sofferenza. L’Istituto Montessori, pertanto, sosterrà EvaProEva nella sua impresa finalizzata a convertire gli indifferenti a riconoscere con equilibrio che la donna come persona, con i suoi valori spirituali, non può essere alienata nella sua essenza umana,  e non può essere considerata come mezzo e possesso da un’altra persona.

In questo quadro, precisiamo  che come Membro della Rete internazionale delle Scuole Associate all’UNESCO  quest’Istituto ha in corso da anni nel suo Progetto  “Oltre la Scuola” lo svolgimento di attività riguardanti il riconoscimento ed  il rispetto dei diritti e delle libertà  fondamentali  delle donne a livello mondiale in perfetta coerenza  ed  alla luce dei valori, principi e direttive dell’ONU. Nell’esecuzione del progetto sono impegnati tutti gli allievi di tutte le scuole, a partire dai piccoli della scuola dell’infanzia vivaio di relazioni umane.

L’evento sarà reso anche gradito al gusto dagli allievi dell’Istituto alberghiero.

Il Dirigente Scolastico

Alessandro Scognamiglio

Download PDF versione stampabile

I commenti sono chiusi.